Sono online il bando e i moduli per i nuovi inserimenti e gli aggiornamenti nelle graduatorie di istituto del personale ATA validi per il triennio 2017-2020. Compilando gli opportuni modelli si avrà quindi la possibilità di lavorare nella Scuola italiana nei profili di: collaboratore scolastico, assistente amministrativo, assistente tecnico, cuoco, infermiere, guardarobiere, addetto alle aziende agrarie.

La presentazione delle domande avviene in due procedure distinte: occorre presentarsi presso la scuola capofila della provincia scelta (che gestirà la domanda) e presentare il modello opportunamente compilato; in seguito, si selezioneranno le istituzioni scolastiche nelle quali inserirsi in graduatoria direttamente sul portale POLIS Istanze Online del Miur.

Chi non avesse già effettuato l'iscrizione al portale del Ministero può provvedere in qualsiasi momento connettendosi al sito. Al termine della procedura occorrerà recarsi presso una segreteria scolastica per ottenere l'attivazione.

Pubblicità
Pubblicità

Le domande di inserimento o di aggiornamento nelle graduatorie del personale ATA vanno presentate dal 30 settembre al 30 ottobre 2017.

Come presentare la domanda

Sono diversi i profili disponibili e per ciascuno occorrerà dichiarare di possedere il relativo titolo di accesso. Per gli assistenti amministrativi e tecnici occorrerà essere in possesso del diploma di maturità; per i cuochi è previsto il possesso del diploma di qualifica di Operatore dei servizi di ristorazione; ai guardarobieri è richiesto il diploma di qualifica di Operatore della moda.

Pubblicità

Chi si iscrive come addetto alle aziende agrarie deve essere in possesso del diploma di qualifica di operatore agrituristico.I collaboratori scolastici devono essere in possesso della qualifica triennale rilasciata da un istituto professionale o di altri attestati riconosciuti dalla regione o di un qualsiasi diploma.Agli infermieri è invece richiesta la laurea in scienze infermieristiche.

Il MIUR ha messo a disposizione diversi modelli per la presentazione della domanda.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Scuola

Il modello da scegliere varia in relazione allo specifico caso:

  • Modello D1: domande di nuovo inserimento;
  • Modello D2: domande di conferma e aggiornamento;
  • Modello D3: documento attraverso il quale sarà possibile esprimere le sedi scolastiche (su Istanze Online)
  • Modello D4: depennamento dalle graduatorie di I fascia.

Guida alla compilazione del modello D1

Per iscriversi nelle graduatorie di istituto del personale ATA occorre compilare il Modello D1 solo se si tratta di un nuovo inserimento.

Nel caso si voglia aggiornare o confermare la domanda presentata nel triennio 2014-2017 occorrerà invece presentare il modello D2.

Il modello D1 si compone di 11 pagine. A pagina 1 vanno indicati i dati personali e quelli dell'istituzione scolastica presso la quale si consegnerà il documento. Il codice meccanografico dell'istituto è rintracciabile online sul sito della scuola. A pagina 2 si dovrà dichiarare di possedere il titolo di accesso richiesto per i profili per i quali si intende presentare domanda; inoltre, nella stessa pagina si potranno effettuare ulteriori dichiarazioni in merito alla modalità di accesso.

Pubblicità

A pagina 3 si indicheranno nello specifico i voti (rapportati a 10) dei titoli di studio posseduti; pagina 4 è riservata a coloro che per l’accesso usufruiscono dei titoli di studio previsti dal precedente ordinamento e a coloro che in qualità di assistenti tecnici sono inclusi nelle graduatorie di altre province (relativamente al triennio scorso); a pagina 5 si potranno dichiarare eventuali ulteriori titoli di studio; i titoli culturali (in particolare quelli informatici) andranno dichiarati a pagina 6; pagina 7 e pagina 8 sono riservate all'elencazione del servizio già prestato presso le istituzioni scolastiche; ulteriori dichiarazioni andranno indicate a pagina 9 e 10, dove sarà possibile compilare una griglia relativa al punteggio maturato.

Pubblicità

Per una tabella di valutazione occorre fare riferimento al bando del MIUR. A pagina 11 si potranno leggere le note finali, alle quali si consiglia di prestare particolare attenzione.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto