Anche se ormai si è giunti quasi al termine del tempo utile alla presentazione delle domande per la terza fascia del personale ATA, per il triennio 2017/202, tanti sono ancora coloro che si accingono a compilare in questi ultimi giorni i moduli D1 e D2, rispettivamente per inserirsi in graduatoria ex novo e per aggiornare o confermare il proprio profilo, mentre il modello D3 sarà da compilare online prossimamente e servirà per la scelta delle 30 scuole a cui inviare la proprio candidatura (per questo ancora però non è stato annunciato alcun bando da parte del Miur).

Per questi 'quasi ritardatari' espongo comunque qui qualche piccolo consiglio, in particolare per la compilazione del modello D2. Esso è dedicato a tutti coloro che già inseriti in graduatoria devono confermare o aggiornare il proprio profilo diterza fascia ATA.

Descrizione modello D2: come compilarlo?

Il fascicoletto D2 comprende 11 fogli, di cui l’ultimo è costituito dalle note utilissime come sostegno per ogni pagina. Da ricordare innanzitutto è che ogni pagina, anche quelle che non verranno compilate perché non inerenti alla propria figura (si possono per questo anche barrare), devono essere obbligatoriamente datate e firmate.

La prima pagina è uguale per tutti ed è quella che riguarda i dati dell’Istituto primo a cui si consegna la domanda; i dati delle scuole possono reperirsi dalle istanze online, compreso il codice meccanografico (da inserire alla voce “al dirigente scolastico di”, codice di 10 cifre). In seguito si dovranno apporre i propri dati anagrafici e si presti attenzione nell’inserimento dei recapiti poiché sono quelli utili per essere contatti, nell’evenienza di una supplenza.

Conferma o aggiornamento

Ci sono 2 percorsi differenti da seguire: conferma, oppure aggiornamento e per entrambi vale il modulo D2; se invece si deve presentare domanda per un profilo completamente nuovo sarà necessario compilare il D1. Ma torniamo al D2: se s’intende confermare senza inserire nuovi titoli o altro rispetto alla precedente domanda del 2014, basterà compilare alla pagina 2 la “sezione B”, in caso contrario, ovvero di aggiornamento, si seguirà la ‘pista’ C.

Per quest'ultimo caso importante sarà la "sezione D", in cui si possono infatti inserire i titoli culturali non dichiarati precedentemente ed ancora, alla pagina 6, dedicata alle certificazioni informatiche, è possibile dichiarare quelle acquisite ex novo, ma - badate bene - è necessario affermare, tramite crocetta, a fine pagina, anche quelle che si sono dichiarate in precedenza.

Segui la nostra pagina Facebook!