L'Istituto nazionale della previdenza sociale (Inps) ha indetto un concorso per titoli ed esami, per il reclutamento di 365 nuovi funzionari su tutto il territorio nazionale. Stando a una nota del Presidente Inps, Tito Boeri, sarebbero state inoltre avviate presso i Ministeri competenti le procedure per estendere il numero delle nuove risorse fino a oltre mille. Per essere ammessi al concorso è necessario aver conseguito una laurea di secondo livello (magistrale, specialistica o vecchio ordinamento) in discipline economiche, giuridiche, amministrative e gestionali.

Pubblicità
Pubblicità

E' anche richiesto un certificato di conoscenza dell'inglese a livello B2 del Quadro comune europeo. Sulla pagina web dell'istituto è apparso recentemente il bando, che a breve verrà pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale. Vediamo insieme le informazioni che riguardano in dettaglio le prove d'esame.

Prove scritte

La procedura di concorso prevede due prove scritte: una oggettivo-attitudinale e una tecnico-professionale, entrambe contenenti quesiti a risposta multipla.

Pubblicità

La prima prova presenterà domande di logica, cultura generale e di carattere psicoattitudinale e accerterà le competenze linguistiche e informatiche. Il secondo test sarà invece volto ad accertare le conoscenze specifiche nelle seguenti materie:

  • bilancio;
  • pianificazione, programmazione e controllo;
  • organizzazione e gestione aziendale;
  • contabilità pubblica;
  • diritto civile, penale, amministrativo e costituzionale;
  • elementi di analisi economica;
  • statistica;
  • matematica attuariale;
  • scienza delle finanze;
  • economia del lavoro.

Per accedere alle fasi successive del concorso, sarà necessario raggiungere per ciascuna prova il punteggio minimo di 21/30.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Pensioni

Prova orale e valutazione titoli

La prova orale verterà sulle materie della seconda prova scritta e risulterà superata ottenendo un voto non inferiore a 21/30. Il punteggio finale sarà inoltre influenzato da un'attenta valutazione dei titoli, fra cui il voto di laurea, eventuali titoli universitari aggiuntivi (ulteriore laurea, master e dottorati), certificazioni delle competenze informatiche e una conoscenza attestata dell'inglese di livello superiore al B2.

Restano ancora sconosciute le date di svolgimento delle prove, anche se con ogni probabilità saranno rese note entro la fine di novembre 2017, tramite la pubblicazione del bando sulla Gazzetta Ufficiale.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto