Le ultime notizie sulla riforma pensioni, ad oggi, sabato 4 novembre 2017, si riferiscono alla delicata questione dell'incremento dell'età pensionabile a 67 anni a partire dal 2019 e alla ripresa del confronto tra Governo e sindacati. Parleremo, inoltre, della rivalutazione degli assegni pensionistici, prevista a partire dal prossimo 2018.

Pensioni 2017, notizie oggi 4 novembre: aumento età pensionabile, riprende lunedì confronto Governo-sindacati

Il tavolo di confronto Governo-sindacati sulla questione legata al meccanismo 'aumento dell'età pensionabile-aspettativa di vita' dovrebbe aprirsi lunedì prossimo per concludersi lunedì 13 novembre.

Come già anticipato nella giornata di ieri, si discuterà sulle categorie di soggetti che riusciranno ad evitare la 'gogna' dell'accesso alla pensione a 67 anni, a partire dal 2019. Il criterio, già ampiamente sottolineato dal Governo, è quello di includere quei lavoratori che svolgono le attività più usuranti. Dovrebbero essere circa 15mila i lavoratori che beneficeranno dell'esenzione: stiamo parlando delle undici categorie già ammesse al nuovo anticipo pensionistico, l'Ape Sociale. A queste categorie potrebbero aggiungersi gli agricoli, i marittimi e i siderurgici: anche per questi soggetti potrebbe essere prevista un'uscita anticipata dal lavoro e l'esenzione dall'adeguamento di 5 mesi previsto dal 2019.

Riforma pensioni 2017, novità oggi: Camusso 'accordo molto lontano' sul meccanismo aspettativa di vita

Il segretario generale della Cgil, Susanna Camusso, non ha mancato di esprimere il proprio pessimismo in merito ad un accordo Governo-sindacati sul meccanismo dell'aspettativa di vita. 'L'accordo è molto lontano' ha dichiarato la leader sindacale in riferimento alla ripresa del tavolo di confronto prevista per lunedì prossimo 6 novembre.

Bisognerà vedere quali saranno le intenzioni reali del Governo e soprattutto le cifre concrete: nel caso in cui le parti non riuscissero ad arrivare ad un accordo, Susanna Camusso non potrà far altro che invocare l'iniziativa popolare, vale a dire gli scioperi. Se la deroga all'aumento dell'età pensionabile verrà estesa alle categorie che beneficiano dell'Ape Sociale resta da chiarire un altro punto, quello relativo alla proroga dell'Ape Sociale, in quanto la nuova misura pensionistica, come tutti sappiamo, è a carattere sperimentale e destinata a 'scadere' il prossimo anno.

Ultime notizie pensioni, oggi 4 novembre: riparte rivalutazione pensioni nel 2018

Dal 2018, lieve aumento per le Pensioni: dal prossimo anno, infatti, gli importi degli assegni andranno a recuperare la perdita del potere d'acquisto delle pensioni che si è registrato in questo 2017. L'Istat, infatti, ha certificato un aumento dell'inflazione pari all'1,2 per cento per quanto riguarda i primi nove mesi del 2017: il trattamento minimo, dunque, dovrebbe aumentare a 507,92 euro al mese.

Segui le tue passioni.
Rimani aggiornato.

Per la rivalutazione delle pensioni, occorre, comunque, attendere l'ufficialità, ovvero il decreto interministeriale dei Ministeri del Lavoro e dell'Economia che dovrebbe arrivare entro la fine di questo mese di novembre.

Per rimanere aggiornati sulle ultime notizie relative alla riforma pensioni, potete cliccare sul tasto 'Segui', posizionato vicino alla firma del presente articolo.

Segui la nostra pagina Facebook!