La Legge di Bilancio 2018 prevede una nuova norma relativa all'assegnazione del bonus degli 80 Euro. Più nel dettaglio, l'articolo 1 della normativa in questione mette in evidenza chi sarà il destinatario del bonus equivalente a 960 euro annui. La nuova norma è stata approvata nei giorni scorsi dal Senato per essere pubblicata prossimamente sulla Gazzetta Ufficiale.

Beneficio allargato ai contribuenti con un reddito inferiore a 24600 euro

Il beneficio verrà concesso a tutte le persone che hanno un reddito annuo non superiore a 24600 euro, a differenza di quanto avveniva in precedenza con un limite reddituale di 24000 euro.

Allo stesso tempo, però, il sussidio, versato in maniera decrescente, si annulla completamente con un reddito pari a 26000 euro. Questa variante è stata inserita dal governo Gentilloni per venire incontro essenzialmente ai dipendenti pubblici che vedranno aumentare il proprio reddito grazie al rinnovo del contratto che sarà effettivo a partire dal prossimo anno. Tutte le altre condizioni rimangono invariate come ad esempio quella che permette anche a chi percepisce l'indennità di disoccupazione di avere diritto al bonus in questione. Viene anche confermata l'esclusione dei cosiddetti 'incapienti', cioè quelle persone che hanno un reddito inferiore a 8000 euro. Altre esclusioni sono quelle relative a remunerazioni dei sacerdoti, compensi per i lavori socialmente utili, ai lavoratori soci delle cooperative, ecc.

11,2 milioni di contribuenti nel 2016 hanno usufruito del Bonus di 80 euro

Un dato statistico rilevante evidenzia che il numero dei soggetti che hanno beneficiato del bonus degli 80 euro nel 2015 (dichiarazioni 2016) è stato di circa 11,2 milioni con una spesa complessiva per le casse dello Stato pari a 9 miliardi di euro.

Più nel dettaglio, circa 966mila contribuenti sono stati costretti a restituire integralmente il sussidio in sede di dichiarazione dopo il conteggio esatto dei redditi avvenuto in un secondo momento, dato che avevano 'sforato' il limite reddituale per l'ottenimento del bonus. Erano in realtà persone che hanno superato la soglia prevista a causa di altri redditi percepiti oppure contribuenti che non avevano diritto al credito percepito.

Se volete rimanere informati sulle notizie relative al fisco continuate a leggere la nostra sezione. Nei prossimi giorni verranno pubblicati nuovi articoli sull'argomento.

Segui la pagina Tasse
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!