Il calendario degli scioperi del mese di luglio è fitto. Sono numerose le agitazioni sindacali in programma nel corso di queste settimane, tra cui alcune nel comparto ferroviario. Per coloro che dovranno mettersi in viaggio usufruendo del trasporto su rotaia, arriveranno alcuni giorni critici. Uno di questi sarà il weekend del 21-22 luglio, quando ad incrociare le braccia avremo l’intero personale di Trenitalia, Trenord e Italo NTV. La protesta, indetta da CUB Trasporti e CAT, avrà una durata di 24 ore.

I treni saranno a rischio dalle ore 21.00 del sabato, fino alle ore 21.00 della domenica. Uno sciopero che rischia di paralizzare il Paese, mettendo a rischio le partenze degli italiani verso le località di vacanza.

In concomitanza con questa agitazione sindacale, ce ne sarà un’altra solamente in Trentino-Alto Adige nella giornata di domenica, che coinvolgerà macchinisti, capitreno, capiservizio treno e tecnici commerciali di Trenitalia. Lo stop di 8 ore si svolgerà dalle 10.01 alle 17.59. A rendere critica la giornata del 21 luglio sarà anche lo sciopero generale del comparto aereo.

Oltre al personale di ENAV, che metterà a rischio i voli su tutto il territorio nazionale, si segnala il rischio di veder rimanere a terra anche gli aeromobili di Vueling, oltre a quelli di Blue Panorama. È stata posticipata al 10 settembre la protesta di Air Italy. Rimanendo in tema scioperi, nel comparto ferroviario avremo altri stop tra luglio e settembre.

Calendario degli scioperi ferroviari fino a settembre

Il trasporto su rotaia sarà interessato da altri stop tra luglio e settembre. Il calendario proporrà una protesta di 8 ore (9.01-16.59) da parte del personale di Trenitalia addetto a vendita diretta e customer service in Lombardia il 20 luglio. Nello stesso giorno, ma in Liguria, si dovrà fronteggiare lo sciopero del personale della manutenzione rotabili per l’intera prestazione dei lavoratori.

Si avrà una tregua nel mese di agosto, dopodiché si riprenderà il 6 settembre in Friuli-Venezia-Giulia con l’agitazione di Mercitalia Rail di 24 ore a partire dalle 22.00. Si proseguirà il 20 settembre con un altro stop in Lombardia, sempre da parte degli addetti alla VDCS di Trenitalia, ancora di 8 ore (9.01-16.59). In data 21 settembre, infine, toccherà ai dipendenti di RFI della DTP Milano astenersi dal turno di lavoro per 8 ore (9.01-16.59). A queste agitazioni sindacali nel settore dei trasporti potrebbero aggiungersene delle altre prossimamente, di cui non mancheremo di darvi notizia non appena ci saranno aggiornamenti da parte del Ministero.

Segui la pagina Politica
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!