Le ultime novità sulle Pensioni ad oggi 22 agosto 2018 vedono crescere il divario di vedute tra maggioranza e opposizione in merito alle promesse elettorali ed alla sostenibilità delle misure rispetto ai limiti del bilancio pubblico. Proprio i vincoli di bilancio sono al centro di diverse analisi ed editoriali che hanno riempito le pagine cartacee e digitale dei principali circuiti di stampa negli ultimi giorni in merito al superamento della legge Fornero.

Pubblicità
Pubblicità

Non stupisce quindi che anche le agenzie di rating abbiano messo la questione sotto la lente d'ingrandimento, con Moody's che conferma il fenomeno rimandando la pubblicazione del giudizio di merito riguardante il nostro Paese.

Leonardi (PD): la LdB è possibile solo senza promesse folli

L'economista Marco Leonardi (PD) interviene sulle ultime prese di posizione in arrivo dal Governo riguardo il possibile sforamento dei conti nella prossima Manovra.

Secondo l'esponente Dem, l'esecutivo "si deve rassegnare: la legge di bilancio si può fare solo con gli investimenti, senza le promesse folli su pensioni, reddito cittadinanza e flat tax". Leonardi ha anche evidenziato che "la settimana scorsa il Governo ha tolto i fondi per l'edilizia scolastica e per il dissesto idrogeologico, mentre oggi dice di volerli rimettere". Una contraddizione sulla quale si dovrà necessariamente trovare una soluzione quando nelle prossime settimane si arriverà alla presentazione del testo della Legge di bilancio 2019 in Parlamento.

Pubblicità

Manovra 2019 e crisi del debito: pensioni e flat tax un banco di prova

Il quotidiano economico "Investire Oggi" ha pubblicato un approfondimento riguardo una possibile crisi del debito che potrebbe avere luogo il prossimo autunno, nel caso in cui i mercati non dovessero accogliere in modo positivo la nuova Manovra. All'interno dell'editoriale, si ricorda la crescita dello spread tra i titoli italiani ed il bund tedesco (oltre che rispetto agli altri partner europei), mentre un secondo fattore di rischio sarà rappresentato dalla fine del tapering ad opera della BCE.

Una situazione che sembra rappresentare un mix di tipo letale e che non poteva realizzarsi in un momento più inopportuno. Anche per questo "il banco di prova per i mercati sull’Italia sarà a ottobre, quando il governo Conte presenterà la legge di Stabilità per il 2019". L'impianto normativo dovrà infatti confrontarsi con le promesse elettorali, tra cui "l'eliminazione della legge Fornero sulle pensioni, l’avvio della flat tax e del reddito di cittadinanza e lo stop all’aumento dell’IVA".

Pubblicità

L'attesa di Moody's e la verifica dell'impatto dei nuovi provvedimenti sul bilancio

In questo contesto anche l'agenzia di rating Moody's ha deciso di voler verificare con attenzione in che modo il Governo manterrà fede a quanto inserito nel contratto gialloverde. La nota agenzia di rating ha infatti rimandato l'aggiornamento del rating del Paese ad ottobre, quando l'esecutivo avrà presentato la nota di aggiornamento del Def. In questo modo sarà infatti possibile effettuare un'analisi approfondita e con cognizione di causa rispetto ad interventi che potrebbero avere un impatto negativo sulla tenuta dei conti pubblici, come nel caso del superamento della legge Fornero e del reddito di cittadinanza.

Pubblicità

Punti sui quali le agenzie di rating hanno già espresso preoccupazione in passato, con riferimento alla sostenibilità delle misure rispetto al debito italiano.

Come da nostra prassi, restiamo a disposizione dei lettori qualora desiderino aggiungere un commento nel sito o nella pagina Facebook "Riforma Pensioni e Lavoro" in merito alle ultime novità su welfare e previdenza riportate nell'articolo.

Leggi tutto