Sono in tanti i docenti che hanno sostenuto lo scritto del concorso per dirigenti scolastici che attendono gli esiti della prova. La correzione delle prove dovrebbe essere in fase di ultimazione, ad ogni modo le prove scritte dovrebbero essere corrette entro il 31 marzo 2019, in modo da poter comunicare gli esiti tramite e-mail ed avviare il calendario della prova orale. L'accesso a quest'ultima sarà garantito ai candidati che hanno ottenuto un punteggio minimo di 70 punti su 100. Intanto, è stato approvato alla Camera il decreto legge semplificazione, che diverrà legge dopo la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale. Di seguito maggiori informazioni al riguardo.

Pubblicità

Semplificazione procedura concorsuale e 2900 vincitori assunti

La semplificazione prevista sarà legge appena pubblicata in Gazzetta Ufficiale. Con tale legge di abbreviazione sul concorso per dirigenti scolastici, si provvede ad abolire il corso di formazione nelle scuole della durata di due mesi, oltre che il tirocinio di quattro mesi. Inoltre, sono state eliminate le relative prove attinenti al corso di formazione e tirocinio. Pertanto, con la semplificazione gli aspiranti presidi saranno assunti con contratto a tempo indeterminato direttamente a seguito della prova orale, secondo l'ordine della graduatoria di merito realizzata e nei limiti dei posti annualmente vacanti e disponibili.

Da sottolineare che secondo quanto disposto dal DM numero 138/2017 saranno ammessi nelle graduatorie di merito anche il 20% di candidati in più rispetto ai posti disponibili, pertanto, tali aspiranti dirigenti scolastici risulteranno vincitori. In tal modo si incrementa il numero dei posti messi inizialmente a bando, ovvero 2416, e si arriva a 2900 posti. Le assunzioni dei vincitori di concorso, ossia coloro i quali supereranno la prova orale col voto minimo, in base alla graduatoria di merito regionale, saranno assunti già a partire dal primo settembre 2019, all'inizio dell'anno scolastico prossimo.

Pubblicità

L'intera procedura dell'assunzione sarà gestita dal Cineca (Consorzio Interuniversitario senza scopo di lucro formato da 67 Università italiane, 9 Enti di ricerca Nazionali e il Miur). Lo scopo dello snellimento della procedura di assunzione dei dirigenti scolastici è stato studiato nell'ottica di porre in tempi più brevi la soluzione al problema delle oltre mille reggenze nelle istituzioni scolastiche.