La Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana n. 80 del 08-10-2019 ha diffuso per il Senato della Repubblica e il Ministero della Giustizia nuovi bandi di concorso pubblico, per il conferimento di 676 unità di personale in funzione di coadiutore parlamentare e operatore giudiziario, da disporre in varie sedi di lavoro situate nelle regioni e provincie d'Italia.

Bando di concorso a novembre

Il Senato della Repubblica ha indetto un concorso pubblico, per esami, per l'assegnazione di 60 posti in qualità di coadiutore parlamentare di I fascia in possesso dei seguenti titoli di studio e requisiti:

  • diploma di scuola media superiore di II grado che consenta l'accesso ai corsi di laurea tramite atenei italiani, conseguito con un punteggio non inferiore a 39/60 o a 65/100;

  • cittadinanza italiana;

  • età non inferiore ai 18 anni e non superiore ai 45 anni;

  • diritto elettorale attivo;

  • idoneità fisica all'attività.

I concorrenti ammessi alla selezione vengono sollecitati a sostenere la prova preliminare che verte in 50 quesiti attitudinali a risposta multipla.

Tali domande sono di natura logico-matematico (ragionamento numerico, ragionamento deduttivo) in numero di 20 e di natura critico-verbale (conoscenza verbale, ragionamento verbale, ragionamento critico-verbale) in numero di 30. I partecipanti per svolgere l'esame preliminare hanno sessanta minuti di tempo.

Coloro che si classificano sino al 1000° posto in ordine di graduatoria sono ammessi al test tecnico di dattilografia della durata di cinque minuti che consiste nello trascrivere un testo di una lunghezza che va tra le 1340 e le 1360 battute, usufruendo di un particolare programma di video scrittura.

I soggetti che acquisiscono una votazione minima di 18 punti nel migliore dei due elaborati del test tecnico di dattilografia e che si classificano sino al 500° posto in ordine di graduatoria sono ammessi agli esami scritti.

Le prove scritte volgono alla risposta di 10 quesiti sulla storia d'Italia dall'anno 1861 ai giorni odierni, alla risposta di 10 quesiti sull'ordinamento costituzionale italiano, alla traduzione in italiano, di uno o più argomenti nella lingua inglese (non è permesso l'utilizzo del vocabolario).

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Offerte Di Lavoro Concorsi Pubblici

Ogni test scritto ha una durata di tre ore. Se l'aspirante riesce ad acquisire un punteggio totale non al di sotto di 42 punti e non inferiore a 12 punti in ciascun singolo esame significa che la prova è stata superata.

A questo punto, i candidati dovranno sostenere i test orali e tecnici che vertono nella storia d'Italia dall'anno 1861 ai giorni attuali, nell'ordinamento costituzionale italiano, nella lettura e traduzione di un brano scritto in lingua inglese, che comporta la base per le consecutive domande e per una conversazione, nel quesito che permette di valutare la capacità del sistema informatico Microsoft ® Excel, nel quesito che consente a valutare la competenza del sistema informatico Microsoft ® Word.

Tali prove vengono superate solo se il concorrente riporta una votazione totale non al di sotto di 35 punti e non inferiore di 6 punti in ogni esame.

Da precisare, che a richiesta è possibile sostenere anche alcune prove opzionali di lingua straniera tra il francese, il tedesco, lo spagnolo. I vincitori verranno sottoposti a visita medica da parte di sanitari di fiducia dell'amministrazione con l'obiettivo di valutare l'idoneità fisica al lavoro relativa ai dettagliati incarichi professionali richiesti.

La domanda di ammissione al bando deve essere trasmessa telematicamente mediante l'apposita applicazione disponibile sul portale web ufficiale del ''Senato'' al link: senato.it nella sezione > concorsi, bandi di gara e manifestazioni di interesse > entro venerdì 8 novembre 2019.

Ulteriori posizioni aperte

Il Ministero della Giustizia ha bandito un procedimento di selezione, per l'assunzione tramite avviamento degli iscritti negli elenchi dei centri per l'impiego di 616 unità di personale non dirigenziale con il ruolo di operatore giudiziario, area II, fascia retributiva F1, con un contratto lavorativo a tempo indeterminato full time, per l'attribuzione di posizioni vacanti negli uffici giudiziari con sede nelle corrispettive regioni:

  • Calabria;

  • Campania;

  • Emilia Romagna;

  • Lazio;

  • Liguria;

  • Lombardia;

  • Marche;

  • Piemonte;

  • Puglia;

  • Toscana;

  • Veneto.

Per aderire a tale selezione è necessario possedere i corrispondenti titoli di istruzione e requisiti:

  • diploma di scuola secondaria di I grado;

  • cittadinanza italiana o europea;

  • risultare maggiorenne;

  • idoneità fisica all'impiego;

  • doti etiche;

  • diritto di voto attivo;

  • non aver riportato condanne penali e carichi pendenti;

  • essere in regola con il servizio militare;

  • fluente padronanza della lingua italiana.

Tale graduatoria si conclude quando i posti messi a disposizione sono terminati.

Per acquisire maggiori dettagli consultare il sito online ufficiale del ''Ministero della Giustizia'' o la ''Gazzetta Ufficiale'' sopracitata.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto