Via libera alla presentazione sul sito Inps delle domande per i congedi e i permessi Covid-19 previsti dal decreto Cura Italia in favore dei genitori lavoratori dipendenti ed autonomi. Lo ha reso noto lo stesso istituto attraverso il suo messaggio n. 1416/2020 del 30 marzo che conferma l'aggiornamento delle procedure di acquisizione delle domande.

Congedi parentali e permessi Covid-19: chi può chiederli

Il decreto legge n.18 del 17 marzo 2020, il cosiddetto Cura Italia, ha istituito un congedo parentale straordinario a beneficio dei lavoratori che devono prendersi cura dei figli di età fino a 12 anni, rimasti a casa in seguito alla chiusura delle scuole per l'emergenza Coronavirus.

Rientrano in questa possibilità: i lavoratori del settore privato, i dipendenti pubblici, gli iscritti alla Gestione separata e i lavoratori autonomi iscritti all'Inps.

Il congedo può essere chiesto da entrambi i genitori, anche se uno dei due lavora da casa in smart working, per un periodo fino ad un massimo di 15 giorni che saranno indennizzati dall'Inps nella misura del 50 per cento, a differenza del congedo ordinario che prevede un indennizzo del 30 per cento. Assicurata, inoltre, la copertura dei contributi figurativi per il periodo di congedo. Tale congedo non può invece essere richiesto se uno dei due genitori risulta essere disoccupato o già assegnatario di un sostegno al reddito come Naspi, reddito di cittadinanza o altre prestazioni.

Lo stesso decreto ha previsto l'incremento per i mesi di marzo e aprile del numero di giorni di permesso retribuito spettanti ai beneficiari della legge 104 che passano da 3 a 12.

Come richiedere congedi e permessi Covid-19 sul sito Inps

L'ultimo messaggio Inps specifica che la domanda di congedo parentale straordinario con la nuova procedura aggiornata possa essere presentata anche per periodi antecedenti la data di richiesta online, purché non anteriori alla data del 5 marzo 2020, mentre i lavoratori che stanno già usufruendo di un congedo parentale ordinario non dovranno presentare una nuova richiesta.

Si specifica inoltre che, per la domanda di congedi e permessi Covid-19, non è valida la modalità di accesso semplificata al sito Inps, attivata solo per la richiesta del bonus 600 euro per i lavoratori autonomi e per il voucher baby sitting, e che prevede l'utilizzo di un PIN semplificato. Le domande dovranno pertanto essere inoltrate secondo le modalità usuali:

  • Portale web Inps, per l'accesso al quale è richiesto il PIN rilasciato dall'Istituto (oppure di SPID, CIE, CNS);
  • Contact Center Integrato, raggiungibile attraverso il numero verde 803.164 (gratuito da rete fissa) o il numero 06 164.164 (da rete mobile, a pagamento, secondo la tariffa applicata dal gestore). Anche in questo caso viene richiesto il Pin;
  • Patronati (servizio gratuito).
Segui la pagina Coronavirus
Segui
Segui la pagina Pensioni
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!