Pubblicato un bando di concorso sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica per il reclutamento di 92 risorse da assumere con contratto a tempo indeterminato e da distribuire fra Agenzia italiana per la cooperazione allo sviluppo e ministero dell'Ambiente.

La ripartizione dei posti disponibili per il concorso Ripam

La procedura concorsuale è stata organizzata da Ripam e sarà utile al reclutamento di funzionari amministrativi. Le nuove risorse saranno inserite in fascia retributiva F1 e nell'area funzionale III. I posti messi a disposizione dal bando sono 92 e così ripartiti:

  • 32 posti come funzionari amministrativi al ministero dell'Ambiente con esperienza nelle relazioni internazionali;
  • 40 posti come funzionari tecnici all'Agenzia italiana per la cooperazione allo sviluppo, che si occuperanno del settore dell'informatica e della comunicazione;
  • 20 posti come amministrativi contabili all'Agenzia italiana per la cooperazione allo sviluppo, inquadrati nel settore giuridico.

I requisiti per poter aderire al bando

I candidati che vogliono partecipare al concorso devono assicurarsi di essere in possesso dei seguenti requisiti:

  • titolo di laurea, ovvero di una laurea specialistica o magistrale;
  • la maggiore età;
  • cittadinanza italiana o di uno dei Pesi membri dell'Unione Europea;
  • godimento dei diritti politici e civili;
  • non essere incorsi in condanne penali;
  • idoneità fisica;
  • posizione regolare nei confronti degli obblighi di leva;
  • non essere stati licenziati da un impiego nella Pubblica Amministrazione.

Le prove da svolgere per superare il concorso e come candidarsi

Le prove da svolgere per superare il concorso sono tre: una preselettiva scritta; una seconda prova sempre scritta; la terza prova orale.

Dopo quest'ultima è prevista una valutazione per titoli per i candidati risultati idonei. Nel bando di concorso sono specificate le materie da studiare per ogni prova. Il bando è consultabile sul sito Ripam.

La domanda di partecipazione dovrà essere inviata esclusivamente in modalità telematica, utilizzando il sistema Spid e ogni candidato dovrà avere un indirizzo di posta elettronica certificata. Inoltre la domanda deve essere inviata entro 15 giorni dalla pubblicazione del bando, pubblicato il 5 giugno. Infine sarà necessario il pagamento di un contributo da 10 euro da versare sul conto corrente indicato nel bando. Si tratta del primo concorso che apre totalmente al digitale. Le prove si svolgeranno tutte su supporto informatico e il colloquio orale potrebbe avvenire tramite videoconferenza.

Segui la pagina Offerte Di Lavoro
Segui
Segui la pagina Concorsi Pubblici
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!