Italive, il portale che informa gli automobilisti di tutt'Italia circa quello che accade nel territorio che attraversano nei loro viaggi in macchina, proponendo loro un calendario aggiornato sui migliori Eventi organizzati alla scoperta delle bellezze del luogo e delle peculiarità gastronomiche, ha scelto proprio "Marangiane in Festa", la storica sagra di Castrì di Lecce come candidata al "Premio Italive 2016".

La festa organizzata dalla Pro Loco di Castrì

La festa avrà luogo dal 29 luglio al 1° agosto e, come ogni anno, è uno degli eventi più attesi dell'estate salentina in quanto propone sempre un'elevata qualità di cibo con ricette speciali e genuine, novità culinarie e musicali, e intrattenimento di alto livello.

 Votare la candidatura di Marangiane in Festa è molto semplice: basta accedere alla scheda realizzata dal portale, votare il numero di stelle (da 1 a 5) che si preferisce dare all'evento e poi, a fine anno, i voti saranno calcolati da un'apposita Commissione di esperti che decreterà il vincitore assoluto del Premio.  L'iniziativa di Italive è promossa dal Codacons in partnership con Autostrade per l'Italia e in collaborazione con Coldiretti. Con questo singolare progetto, Italive intende promuovere la grande varietà e qualità di eventi e manifestazioni che fanno grande il nostro Paese a livello artistico e turistico. In tal modo si valorizza l'offerta proposta diffondendola maggiormente sul territorio nazionale e, soprattutto, premiandola per l'impegno, la dedizione e l'organizzazione. 

Le categorie di premi sono svariate

Si va dalle mostre alle rievocazioni storiche, dagli eventi sociali a quelli per ragazzi passando per cultura, musica e spettacolo.

I migliori video del giorno

 "Marangiane in Festa" è stata selezionata per la sua ricca offerta di eventi nell'evento. Non solo stand gastronomici ma spettacoli, musica, show cooking e balli. Per quanto riguarda il cibo, poi, che resta il principe di questa sagra, turisti e visitatori potranno scegliere tra decine e decine di squisitezze, dai piatti della tradizione contadina alle ricette più creative e moderne con al centro la melanzana. Accanto alle classiche e squisite parmigiane bianche o rosse e alle polpette di melanzane, si potranno trovare tutte le sere specialità diverse come gli involtini di speck e melanzana, la fantasia di cereali e melanzane e la novità assoluta, la "maraiottula", a metà tra la pappaiottula e la melanzana.

Cos'è la pappaiottula?

E' l'elemento chiave della prossima sagra che si terrà in quel di Castrì dal 21 al 23 agosto, la Sagra della Pappaiottula, che farà conoscere ai turisti una ricetta molto tradizionale del Salento del passato. Impastate con pane raffermo, uova e formaggio stagionato di vario tipo, le pappaiottule sono modellate a mo’ di polpette ma più allungate e fritte in olio di oliva. Si mangiano fritte o  in salsa di pomodoro, ma anche impastate con carciofi o zucchine e cotte in forno. Era, quindi, il piatto ricco dei poveri perché permetteva di non buttar via nulla in casa e di creare con poco una leccornia.