Il Calciomercato in realtá non si ferma mai. Da qualche giorno si parla spesso di notizie di mercato, opportunità, idee che in realtá sembrano molto fantasiose e poco reali, ma che stanno riempiendo le pagine di giornali. Si è giá parlato dell'impossibilità di Iemmello di rivestire la maglia del Foggia: il bomber ha giá vestito le maglie di Spezia  e Sassuolo in questa stagione e un regolamento FIGC prevede che non possa vestirne più di due. Ma non sará impossibile, invece, vedere nel campionato di Lega Pro un altro bomber  che in passato ha fatto molto bene nel campionato di serie A italiano: si tratta di Valeri Bojinov.

Secondo le ultime indiscrezioni, l'attaccante bulgaro sarebbe stato contattato dalla dirigenza dell'Akragas.

Secondo alcune voci siciliane, Nino Di Giacomo avrebbe giá provato a contattare l'attaccante che attualmente gioca nel Partizan Belgrado, dove in 31 gare giocate ha segnato ben 18 reti. La societá siciliana e l'entourage del calciatore potrebbero riaggiornarsi per concretizzare il trasferimento nella sessione di calciomercato di Gennaio. Al momento, sembra una trattativa difficile, ma si sa che nel mercato non c'è nulla di impossibile.

La carriera di Valeri Bojinov

Bojinov ha cominciato la carriera con il Lecce, dove in quattro anni tra serie A e serie B totalizzò 64 presenze e 16 reti. Poi il passaggio alal Fiorentina, dove rimase un anno e mezzo e in 36 gare realizzò 8 reti. Successivamente, si aprirono le porte del grande calcio per lui: prima alla Juventus (18 presenze e 5 reti in serie B), poi il Manchester City  (11 presenze e 1 gol).

I migliori video del giorno

Nell'anno 2009-2010 il ritorno nella serie A italiana, con la maglia del Parma totalizzò 61 presenze e 11 reti in due stagioni.

Nel 2011- 2012, Bojinov passò allo Sporting Lisbona, squadra in cui fece 8 presenze e segnò 1 sola rete. Poi il ritorno al Lecce: 10 presenze e 1 rete in serie A. Da questo momento, iniziò un girovagare tra serie B italiana ed estero, senza grandi risultati. In serie B indossò le maglie di  Hellas Verona (13 presenze e 1 rete), Vicenza (18 presenze e 4 reti), Ternana (27 presenze e 6 reti), poi all'estero giocò nel Levski Sofia (19 presenze e 7 reti). Fino al passaggio al Partizan Belgrado dove è letteralmente esploso: ben 18 reti in 31 gare giocate. Adesso tornerà in Italia?