Per le vacanze pasquali si attendono tantissimi turisti, soprattutto stranieri e alcune masserie ed agriturismi hanno già dichiarato di essere "sold out" per quel periodo. Si prevedono turisti soprattutto inglesi e tedeschi, ma anche il turismo interno sembra avere un trend positivo per il prossimo periodo. Non solo: alcuni lidi in spiaggia stanno cominciando ad attrezzarsi per offrire i servizi richiesti e qualcuno vorrebbe aprire nei prossimi giorni in vista proprio delle vacanze di Pasqua. Per la data di Pasquetta non mancano gli appuntamenti sul mare, da Gallipoli ad Otranto si attendono tante feste con musica varia. Al Maestrale di Otranto si annuncia musica con dj set ed una speciale animazione.

La speranza è che per quel periodo il tempo possa essere buono, perchè ovviamente con un bel clima il turismo giornaliero potrebbe essere molto alto ed andrebbe ad aggiungersi al turismo più lungo. Nei giorni scorsi sul Salento si è registrata una perturbazione, ma all'inizio di questa settimana non sono previste perturbazioni tali da portare a precipitazioni. Gli studiosi, però parlano di una possibile perturbazione proprio per il periodo festivo che probsbilmente sarà presente più sul Settentrione Italiano che sul resto d'Italia.

Ma il #Salento non è soltanto meta di turisti. Nell'ultimo periodo infatti, gli sbarchi sono notevolmente aumentati sulle cose della penisola salentina. Poche ore fa, nella mattinata di lunedì, è arrivato un altro barcone carico di gente che cerca una vita migliore.

I migliori video del giorno

Ben 58 i migranti giunti in mattinata a Otranto.

Ancora sbarchi nel Salento

Il gruppo di migranti è stato individuato questa mattina n nei pressi del centro abitato otrantino. Un nuovo grande sbarco di migranti si è dunque registrato all'alba di oggi a Otranto. Un gruppo, come detto, di 58 persone è stato notato da alcuni passanti e pescatori già nella primissima mattinata. Subito i presenti hanno allertato le forze dell'ordine che sono intervenute immediatamente, giungendo sul posto per i dovuti controlli. Insieme alle forze dell'ordine, sul posto anche gli operatori della Croce Rossa che hanno offerto i primi soccorsi ai migranti.

I nuovi immigrati a Otranto, si sono dichiarati di nazionalità curda e pakistana. Tutti sono stati accompagnati presso il centro di prima accoglienza Don Tonino Bello. Adesso le indagini dovranno chiarire l'identità degli scafisti. #immigrazione