Dopo anni di una onorata carriera di successo, testimoniata dai numeri di vendita che stupiscono ancora oggi, per lo storico modello di segmento B di FIAT, la Punto, si avvicina l'uscita di scena. Sebbene infatti ancora in produzione e con dati di vendita più che soddisfacenti per il gruppo Fiat Chrysler Automobiles, la Punto inizia a sentire il peso degli anni e della concorrenza che si rinnova costantemente, come le avversarie Opel Corsa, Volkswagen Polo e la più recente ad aver subito il consueto aggiornamento di metà carriera, la Peugeot 208. Probabilmente è proprio perchè si avvicina il momento del suo "pensionamento" che Fiat ha deciso di razionalizzare l'offerta del listino della gamma Punto, escludendo i modelli turbodiesel, bicilindrico Twinair e 3 porte.

Restano dunque in produzione solo i modelli 5 porte e a benzina 4 cilindri 1.2 e 1.4 nei consueti allestimenti Street, Young e Lounge.

Fiat in cerca di "eredi" per i suoi modelli

La Punto, dunque, è in cerca di una erede. E non è l'unico modello del produttore torinese che attende una valida sostituta. Anche la Fiat Bravo, fuori produzione dal 2014, è in attesa di essere rimpiazzata e il progetto "Aegea" sembra essere proprio il fulcro della sostituzione della due volumi di segmento C, tanto che diversi modelli in fase di test sono stati avvistati per quella che sarà la nuova media compatta di Fiat declinata nelle versione due e tre volumi e probabilmente anche in versione station wagon, anche se quasi certamente il nome definitivo non sarà quello del concept ossia Aegea.

Tornando alla Punto, da più tempo si rincorrono voci che il modello sostitutivo dell'utilitaria torinese non sarà una nuova versione della stessa auto ma una vettura completamente nuova, individuata nell'ipotetica Fiat 500 a 5 porte. E' fuor di dubbio, infatti, che Fiat punti molto su questo brand e un ulteriore allargamento della "famiglia" 500 con un modello che sostituisca la Punto è molto auspicabile, soprattutto se si pensa che la 500X ha, in parte, sostituito la Fiat Sedici, e la Fiat 500L ha, in parte, raccolto l'eredità spirituale della Fiat Idea e del monovolume Fiat Ulysse.

Ma i numeri ancora danno ragione alla Punto

La Punto lascerà dunque spazio in futuro a un nuovo modello sul listino del Lingotto. Nonostante il pensionamento in vista, però, i dati di vendita continuano a premiare l'inossidabile utilitaria italiana, tanto che a giugno 2015 risulta tra le prime tre auto vendute nel nostro paese, piazzandosi addirittura al secondo posto con 5.796 unità vendute, dopo la Panda, stabilmente prima.

Fiat dovrà dunque investire molte risorse ed energie nel modello che dovrà raccogliere la pesante eredità della Punto per continuare a macinare numeri di vendita di un certo livello nell'agguerritissimo segmento B del mercato dell'auto, dove gli avversari non resteranno sicuramente a guardare.

Segui la nostra pagina Facebook!