FIAT, la famosa azienda multinazionale produttrice di auto, è finita al centro delle ultime notizie. Se da un lato l'azienda è impegnata in un piano strategico per lo sviluppo di nuove automobili, dall'altro lato vi sono alcuni problemi di richiami di auto in Brasile che molto probabilmente interesseranno anche l'Italia.

I dettagli sui modelli interessati

Fiat sta ritirando più di 15 mila auto in Brasile. La motivazione? A quanto pare ci sarebbe un difetto di fabbrica [VIDEO] che potrebbe far causare gravi incidenti agli acquirenti.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Ford

Temporaneamente di incidenti dovuti al difetto delle auto in questione non ce ne sarebbero stati, ma è sempre meglio prevenire ogni qualsiasi tipo di rischio. Le auto in movimento potrebbero infatti bloccarsi di punto in bianco, causando così dei seri problemi stradali.

A partire da domani 12 marzo, Fiat da la possibilità agli automobilisti di poter sostituire, se necessario, l'alternatore che causa il problema, in maniera del tutto gratuita impiegando meno di un'ora. I dieci modelli di auto interessate sono i seguenti: Fiat Uno, Idea, Siene, Palio, Strada, Fiat Punto, Palio Fire e Palio Weekend. In Italia non è stato ancora organizzato alcun richiamo. In Brasile è stato spiegato che nel caso in cui la propria automobile dovesse riscontrare il problema, si accenderebbe la spia presente nel cruscotto della batteria.

Le nuove auto presto in uscita

Nuove indiscrezioni arrivano per quanto riguarda la creazione delle nuove auto [VIDEO] che faranno la loro comparsa nel 2018 e 2019. La nuovissima fiat punto del 2019 dovrebbe essere prodotta in una fabbrica a Kragujevac invece di Pomigliano come si era precedentemente pensato.

Nella fabbrica dell'Italia invece, dovrebbe essersi già avviata la produzione di un mini Suv, che al momento è l'unico su cui si ha una conferma riguardo la sua produzione.

La fabbrica dove dovrebbe essere prodotto il mini Suv è quella di Pomigliano, dove c'è già la Fiat Panda 4x4. Altre indiscrezioni parlano invece di un secondo Suv, che potrebbe essere una versione simile ma minore dell'Alfa Romeo Stelvio. La fabbricazione della Panda dovrebbe essere invece trasportata in Polonia, più precisamente a Tichy. Il presidente Marchionne aveva rivelato a Bloomberg di essere andato ben oltre il dilemma che vede al centro l'idea di produrre un Suv oppure no. Gli amanti della Fiat hanno dunque tanti dubbi su quali saranno i nuovi modelli che saranno presentati. Non ci resta che attendere per scoprire quello che succederà.