Oggi il Comune di Milano [VIDEO] ha dato il via allo stop di circolazione per 30 mila veicoli privati diesel Euro 4, dalle ore otto e trenta del mattino fino alle diciotto e trenta del pomeriggio. Ma il divieto non si è fermato alle autovetture e ai veicoli: i negozi dovranno mantenere il proprio termostato sui 19 gradi, mentre è vietato l'uso di stufe a legna poco efficienti per le abitazioni. I blocchi sono stati effettuati per il troppo smog nel capoluogo lombardo ed anche in alcuni comuni nei pressi di Milano Città.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Ambiente

L'emergenza smog ha provocato lo stop al diesel euro 4

Il blocco del traffico a causa del troppo inquinamento atmosferico [VIDEO] è scattato dopo ben cinque giorni (quattro dichiarati inizialmente) di immissione di veleni nell'aria oltre i limiti consentiti..

Il provvedimento dell'Accordo aria ha registrato mercoledì 54 microgrammi per metro cubo d'aria e ben 60 domenica, mentre il limite consentito dovrebbe essere di 50 microgrammi per metro cubo d’aria. Dopodomani arriverà un comunicato in cui si leggerà la decisione di perpetrare il divieto oppure no.

Un provvedimento non necessario, secondo l'assessore all'Ambiente della Regione

Il provvedimento però non ha avuto il favore di Raffaele Cattaneo, assessore all’Ambiente della Lombabrdia. Secondo lui, il clima sarà presto favorevole per un declino significativo di inquinamento nell'atmosfera, dunque l'applicazione dello stop probabilmente non era così doveroso effettuarlo, anche se oggi era previsto un piccolo incremento di polveri sottili nell'aria. L'assessore inoltre spiega che questo blocco potrebbe provocare serie difficoltà agli automobilisti (si parla di 78mila veicoli), ma sono comunque presenti delle deroghe per i diesel euro 3, per gli automobilisti che posseggono un reddito molto basso e per gli automobilisti anziani.

Per il Comune invece la misura è essenziale per far abbassare i livelli dei veleni

Palazzo Marino invece non è dello stesso avviso. L’assessore alla Mobilità Marco Granelli è fortemente critico nei confronti dei calcoli di Accordo aria e mantiene la linea del blocco per il diesel euro 4, sperando che questi provvedimenti siano presi presto come interventi permanenti e reali, e non come delle emergenze in un dato giorno, perché risulta fortemente anacronistico. Il blocco non riguarda soltanto Milano città, ma anche 15 comuni nel milanese, fra cui Cinisello Balsamo e Abbiategrasso.