A Napoli, zona Centro Direzionale, un uomodi colore, a seguito di una colluttazione con una guardia giurata, è riuscito a sottrarre lapistola all'agente, ferendolo gravemente e tentando di sparargli. Successivamente l'uomo ha provato a mirare verso i passanti, seminando il panico tra la gente che ha cercato rifugio nei negozi appena aperti. Sul posto è accorsa subito un'ambulanza, assieme alle forze di polizia e carabinieri. Si è trattato di un episodio che ha suscitato grande paura, anche perché l'uomo, armato di pistola, ha continuato ad aggirarsi all'interno del Centro Direzionale, ma c'è da dire che, fortunatamente, la pistola non aveva nessun colpo in canna, altrimenti sarebbe stata inevitabile una strage.

Terrore all'uscita della Circumvesuviana

L'episodio si è originato proprio all'uscita della Circumvesuviana, proseguendo poi fino all'Isola E del Centro Direzionale a Napoli.L'uomo, inseguito dalle forze dell'ordine, è stato bloccato nei pressi della chiesa della zona ed ha riportato diverse ferite sanguinanti anche al volto, probabilmente provocate dalla colluttazione. Non si comprendono ancora le ragioni del folle ed imprevisto gesto, se si tratti di un tentativo di emulazione, di un raptus del momento oppure della chiara e precisa volontà di compiere una strage. Sicuramente emergeranno ulteriori indiscrezioni nelle prossime ore, quando gli inquirenti inizieranno ad indagare sull'accaduto.

Non va trascurato il dato rilevante relativo all'alto tasso di affollamento della zona, caratterizzata da numerosi uffici e negozi e da un flusso di viaggiatori che dalla stazione della Circumvesuviana si riversa ogni giorno al Centro Direzionale.

Risulta piuttosto facile immaginare a quali conseguenze si sarebbe arrivati se quella pistolaavesse avuto colpi in canna. Le conseguenze, probabilmente, sarebbero state disastrose per i poveri malcapitati presenti in zona. Non resta che attendere ulteriori sviluppi della vicenda anche per capire quale folle intenzione abbia armato la mano dell'uomo.

Segui la nostra pagina Facebook!