L'ennesima tragedia riguardante la morte di una giovane persona si è verificata nei giorni scorsi a Napoli. Il dramma ha colpito la provincia di Caserta, esattamente il Comune di Maddaloni, affranto dal dolore per la perdita del giovane Gianluca Pellegrino. L'uomo aveva appena 34 anni ed era padre di due bambini, ma purtroppo si è dovuto arrendere ad un batterio-killer contratto al cuore che non gli ha lasciato scampo.

Secondo quanto si apprende dal quotidiano "Il Mattino", infatti, l'infezione sarebbe stata contratta in seguito ad una influenza mal curata e, dopo aver lottato contro la sua malattia per circa un mese, il trentaquattrenne si è spento su un letto d'ospedale a Napoli. La sua scomparsa ha provocato un grandissimo dolore nella moglie e nei suoi due bambini, ma anche in tutti coloro i quali lo conoscevano.

Pubblicità
Pubblicità

Tragedia a Napoli: è morto un giovane a causa di un batterio, lascia due bambini

Stando a quanto riportato dal quotidiano partenopeo, è bastato appena un mese per portare il giovane definitivamente via dall'affetto dei suoi cari, nonostante avesse combattuto come un leone perché aveva il desiderio di tornare ad essere quello di sempre. Circa qualche settimana fa, infatti, il trentaquattrenne era stato sottoposto anche ad un'operazione chirurgica nel tentativo di riuscire ad eliminare il batterio che aveva contratto al cuore.

I medici speravano che l'intervento potesse essere d'aiuto per il miglioramento del suo stato di salute ma, purtroppo, alla fine si è rivelato tutto inutile e non è servito a salvargli la vita.

Gianluca Pellegrino era sposato con una giovane ragazza napoletana e per questa ragione si era trasferito in città, dove si occupava della gestione di un tabacchino. L'uomo era un grande appassionato di calcio e in particolare del Napoli, e la sua scomparsa ha provocato un grande dispiacere in tutta la comunità di Maddaloni, dove è cresciuto.

Pubblicità

Ricordato da tutti per la disponibilità e per il suo sorriso

In seguito alla tragica scomparsa, sono giunti numerosi messaggi sui social network da parte di amici e conoscenti dello sfortunato casertano. In molti, infatti, hanno voluto manifestare il proprio cordoglio e la propria vicinanza al trentaquattrenne e alla sua famiglia. Il giovane Gianluca in queste ore è stato ricordato per il suo inconfondibile sorriso e per la grande disponibilità nei confronti di tutti.

C'è tanto sconcerto tra coloro che lo conoscevano, poiché non riescono a capacitarsi all'idea che si possa morire per un batterio influenzale.

Leggi tutto