Sembra ormai prassi consolidata: un artista, soprattutto internazionale, mette in vendita i biglietti per il suo tour, i fans aspettano trepidanti l'apertura delle vendite per poi rimanere delusi. Perché? Perché ancora una volta a vincere sarebbe il bagarinaggio online.

La sala di attesa e poi i biglietti finiti

Quello che è accaduto ieri mattina 2 febbraio all'apertura delle vendite per la data del 17 marzo a Torino di Ed Sheeran sa di già vissuto, un dejà vu che rimanda alla vicenda Coldplay: moltissimi fans del cantautore inglese si sono piazzati davanti il pc in attesa dell'apertura da parte di Ticketone alle 11 della pagina con i biglietti per il 17 marzo.

Ma allo scattare dell'orario, nell'aggiornare la pagina si veniva mandati nella famosa 'sala di attesa' (la stessa dei Coldplay) e dopo minuti di attesa, quando finalmente il sistema si è sbloccato, i fans si sono ritrovati di fronte a una scritta in cui si diceva che i biglietti non erano disponibili. Ma, sorpresa delle sorprese, ogni possibilità di acquisto di qualsiasi posto era ben evidente su Viagogo.

Aggiunta una seconda data

A questo punto gli addetti ai lavori hanno aggiunto già nella serata di ieri una seconda data per il 16 marzo, sempre al Palalpitour di Torino. Alle 17 tutti piazzati davanti Ticketone ma alle 17.01 i biglietti non c'erano più ma erano e continuano ad essere ovviamente in vendita su Viagogo. Anche se tuttavia per questa seconda data qualcuno, aggiornando continuamente la pagina di Ticketone, è riuscito a comprarli.

Ancora una volta si specula sulle passioni

Quello che risulta agghiacciante è che ancora una volta si speculi sulle passioni, sui sacrifici che le persone fanno per risparmiare soldi per un biglietto di un concerto. E risulta agghiacciante alla luce di tutte le vicende emerse in questi mesi, perché nonostante le denunce e le teste che sarebbero, almeno teoricamente, dovute saltare, nulla è cambiato.

Ancora una volta questo paese dimostra di voler fare a parole, ma nei fatti poi nulla si concretizza veramente. E a rimetterci è la musica.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto