Nella gara valevole per la 9^ giornata del campionato di Serie A, il Napoli di Carlo Ancelotti non va oltre il pareggio sul campo della Spal e rimane così a -6 dalla vetta, sprecando l'occasione di rosicchiare due punti sia alla Juventus che all'Inter. I campani non hanno inciso e hanno faticato più del previsto, tanto che non sono riusciti a mantenere il vantaggio dopo la rete siglata nella prima frazione da Milik, prima del pari siglato dall'ex atalantino Kurtic.

L'ingresso di Fabian Ruiz ha ravvivato il match

Il Napoli continua a fare fatica in campionato e anche contro la Spal conferma questa tendenza, visto e considerato che a Ferrara non è andata oltre uno scialbo 1-1.

Ancelotti continua a cambiare continuamente formazione tra centrocampo e attacco, rimanendo così fedele al suo turn over che, purtroppo, non sta dando i frutti sperati. Quest'oggi è toccato a Fabian Ruiz accomodarsi in panchina per far posto al giovane Elmas, una scelta discutibile se si considera che contro una squadra che si difende con 10 uomini dietro la palla la classe dello spagnolo può rivelarsi indispensabile.

A conferma di tutto ciò troviamo i 36' più recupero concessi dal tecnico emiliano al calciatore, minuti in cui l'eclettico mancino ha rianimato i suoi con le solite geometrie che hanno creato più di un grattacapo ai difensori della Spal. Se in difesa le scelte sono obbligate, lo stesso non si può dire dal centrocampo in su, basti pensare che anche un cannoniere come Milik spesso e volentieri viene lasciato in panchina, una scelta che ovviamente lascia più di un dubbio.

Quest'oggi il centravanti polacco è stato schierato dal primo minuto e, come sempre, ha risposto a modo suo, vale a dire mettendo la palla in fondo al sacco e realizzando così la terza rete nelle ultime due gare di campionato. Chi invece continua a giocare a corrente alternata è Lorenzo Insigne, il talento azzurro dopo la rete decisiva in Champions non si è ripetuto sul campo dei ferraresi, anzi ha deluso le attese con una prestazione ampiamente insufficiente che sicuramente farà discutere.

Per poter puntare a grandi traguardi serve più cattiveria agonistica, ma sopratutto serve quello zoccolo duro da schierare in ogni gara, senza ruotare continuamente i calciatori creando così poche certezze in alcuni elementi. Il campionato è ancora lungo e il tempo per recuperare c'è tutto, a patto che i partenopei inizino fin dalla prossima gara a ottenere i tre punti e convincere gli scettici che si può ancora puntare allo scudetto in questa stagione.

Segui le tue passioni.
Rimani aggiornato.

Anche quest'oggi Ghoulam non ha giocato

Nella gara di Ferrara il tecnico del Napoli ha schierato nuovamente Malcuit a destra e Di Lorenzo a sinistra, visto che Mario Rui e Hysaj sono fuori per infortunio e Ghoulam ancora non riesce a dare le giuste garanzie.

Dopo l'ultimo grave infortunio, l'algerino non è riuscito a ritornare ai suoi livelli, facendo più fatica del solito a giocare più di una gara consecutiva.

Se consideriamo che si è infortunato anche Malcuit a gara in corso e Ancelotti ha inserito Callejon, allora vuol dire che il calciatore non è proprio in grado di reggere dal punto di vista fisico, oltre che tecnico.

Nelle prossime settimane potrebbero esserci novità a riguardo e a gennaio potrebbe arrivare qualche rinforzo, in quanto una squadra impegnata su tre fronti come il Napoli ha certamente bisogno di forze fresche ed una panchina più profonda.

Segui la nostra pagina Facebook!