Dopo il rinvio degli Europei al 2021, è ormai quasi certo che ogni federazione nazionale utilizzerà la finestra estiva per concludere i campionati. Per quanto riguarda la Serie A, l'ipotesi più accreditata prevede un ri-start per inizio maggio, con tutte le squadre che in questo caso dovrebbero riprendere gli allenamenti nel mese di aprile. Fra queste l'Inter sarà chiamata a riprendere una retta via che pare smarrita dopo l'ottimo girone d'andata.

Conte, servivano Dzeko e Vidal

Il tecnico Conte è molto amato dai propri giocatori, sia per la sua straordinaria capacità di trasmettere ai suoi uomini la passione e la grinta che mette tutti i giorni per ciò che fa, sia per il valore tecnico del suo operato.

Ultimamente però il tecnico sembra aver mollato un po la presa. Facendo un passo indietro, quali sono i calciatori che Conte voleva per davvero?

  • Il primo è Edin Dzeko. Il bosniaco era la ciliegina sulla torta del mercato estivo, ma la società, attenendosi alla linea imposta, non ha voluto fare l'ultimo passo. Per Conte sarebbe stato l'uomo giusto, il sostituto perfetto per Lukaku. Sanchez non ha aiutato.
  • Il secondo giocatore è Vidal. Nel mercato estivo non era possibile arrivarci, a gennaio si poteva ma ancora una volta non si è voluto fare il passettino per arrivarci. A Conte serviva il centrocampista di contenimento, proprio Vidal, Eriksen, purtroppo, non lo è.

Il problema sembra essere il modulo

Il cuore del problema pare sia nel modulo: ancora più che in passato, Antonio Conte sembra non voler modificare il suo fedele 3-5-2, schieramento al quale però non si addicono le caratteristiche di Eriksen, perchè dunque non provare un'inversione di rotta per valorizzare l'ultimo acquisto del mercato di gennaio?

L'ideale al riguardo potrebbe sembrare il 4-3-1-2: in difesa Godin e De Vrij o De Vrij e Skriniar, sulle fasce inutile dire come Young sia il titolarissimo a sinistra mentre a destra potrebbe agire uno fra D'Ambrosio e Moses. A centrocampo i tre Brozovic, Barella e Vecino (oppure Sensi al posto di Vecino se tornerà entro la fine della stagione), come trequartista/seconda punta Eriksen e Lautaro e Lukaku di punta.

A completare il quadro, Candreva al posto di D'Ambrosio e Sanchez per dare fiato ad uno dei tre davanti.

L'Inter al momento si trova in quarantena come parecchie altre squadre, è dunque presto per fare qualsiasi ipotesi. C'è però curiosità per capire se la pausa porterà a più miti consigli il tecnico Conte, che avrà magari avuto modo di ripensare lo schieramento adottato nelle ultime settimane che ha portato tra l'altro alle nette e cocenti sconfitti di Roma e Torino contro Lazio e Juventus, due delle pretendenti al titolo.

Segui la pagina Serie A
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!