Per la Juventus la sfida di domenica sera contro l’Inter sarà di vitale importanza per il proseguo della stagione. La squadra bianconera ha recuperato punti nelle ultime due uscite. La vittoria contro il Milan e quella contro il Sassuolo hanno riportato i bianconeri al quarto posto, a sette punti dai rossoneri e a quattro dai nerazzurri. Vincendo a San Siro domenica, Pirlo potrà portarsi a solo un punto dall’Inter dell’ex tecnico Antonio Conte. Il derby d’Italia è sempre una sfida ad alto valore emotivo per entrambe le squadre. Pirlo dovrà affidarsi al suo uomo migliore, CR7, e sperare nel recupero di altri due giocatori fondamentali, che nelle ultime giornate hanno regalato punti fondamentali alla squadra: McKennie e Chiesa.

CR7, l’uomo in più della Juve

Sembra scontato dire che Ronaldo sia l’uomo in più di questa Juve. Anche quando gioca male, il portoghese mette quasi sempre il suo sigillo alla partita come è accaduto nel match contro il Sassuolo. Sottotono per tutta la partita, ha trovato il goal proprio nel finale portando il suo score a 19 goal in questa stagione, 15 in campionato. E la Juventus può stare tranquilla: le grandi sfide lui non le sbaglia quasi mai. In questa stagione ha portato a casa una doppietta contro la Roma e il Barcellona ed è andato a segno anche contro la Lazio e il Sassuolo.

La Juventus non sbaglia le grandi sfide

La forza della Juventus è quella di non sbagliare i match contro le big. Vittorie importanti sono arrivate in casa del Barcellona, con un netto 0-3 dominando la partita.

Stessa cosa è accaduta contro il Milan. A San Siro i bianconeri hanno messo fine all’imbattibilità dei rossoneri dopo 27 partite. Ma gli uomini di Andrea Pirlo hanno giocato bene anche nei due pareggi contro le romane e contro l’Atalanta. Nella sfida contro i bergamaschi non hanno brillato, ma hanno giocato alla pari, al cospetto di una formazione molto forte come quella di Gasperini.

I rientri di McKennie e Chiesa

Per Pirlo sarà fondamentale recuperare i due giovani di centrocampo come Chiesa e McKennie, in una situazione di grande emergenza. Dybala sarà costretto ad uno stop di 15/20 giorni, fuori anche de Ligt. Potrebbe, invece, rientrare Chiellini, che sarà schierato titolare questa sera, mercoledì 13 gennaio, nel match di Coppa Italia contro il Genoa.

Ancora fuori, a causa della covid, Alex Sandro e Cuadrado.

Continuità dopo la sconfitta

Lo scorso 22 dicembre 2020 i bianconeri sono caduti in casa contro la Fiorentina, perdendo 0-3. Un Natale tormentato quello che hanno vissuto i giocatori e l'allenatore. Ma da quella sconfitta hanno saputo rialzarsi e ripartire più forti di prima. Il gruppo si è compattato e a gennaio sono arrivate solo vittorie importanti.

Segui la pagina Juventus
Segui
Segui la pagina Cristiano Ronaldo
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!