Non esita a rispondere di sì Grillo. Alla domanda che gli è posta, circa il primato del suo partito, Grillo risponde: "Sì!".

Non ha alcun dubbio, anzi è convinto che il suo Partito, il M5S, alle Elezioni europee che si terranno la prossima domenica, 25 Maggio, sarà il primo partito in Italia.

Il conto alla rovescia è cominciato, s'iniziano a tirare le somme di questa lunga e dura campagna elettorale che ha visto scendere nelle piazze tutti i partiti italiani. Piazze piene, stracolme di gente, strapiene di gente che ha già perso ogni tipo di speranza nel futuro, che ha già perso molta fiducia nei confronti di ognuno.

È sempre così, le piazze sono piene, anche di chi, pieno di curiosità, si appresta per sentire i programmi elettorali.

Sono stati giorni di fuoco, giorni di sfide per accaparrarsi anche l'ultimo singolo voto.

Il countdown sta per iniziare, e Grillo è già certo, non ha alcun dubbio: " È il più grande voto politico che l'Italia possa fare, proprio perché in gioco c'è il Governo, il suo rifacimento." Questo dichiara davanti ai giornalisti e poi continua dicendo: "Siamo i primi, siamo già il primo partito". Vinceremo le Europee, e poi voteremo per le politiche.".

I giornalisti gli hanno persino chiesto le previsioni in percentuale e lui, pensandoci un po', ha dichiarato di sapere che i sondaggi, lo danno al 60%.

Pochi giorni fa avevamo assistito alle dichiarazioni di Berlusconi, che pesantemente, lo aveva attaccato, dicendo che fosse stato, anni addietro, condannato per plurimo omicidio, e che fosse anche un evasore fiscale perché per i suoi spettacoli da comico, preferiva ricevere una retribuzione in nero.

I migliori video del giorno

E Grillo, sfruttando l'occasione di essere davanti ai giornalisti, ne ha approfittato per replicare a Berlusconi che prima lo aveva attaccato. In merito a ciò, ha dichiarato: "Berlusconi è un pover'uomo, che non crede più in quello che dice". E poi ha continuato: "Zampetta da una televisione all'altra per salvare le sue aziende, non gli elettori!".