È il Presidente più imitato, deriso, criticato e temuto di sempre. Eppure gli americani non sembrano pensarla così. Donald Trump si è preso una bella rivincita con l'ultimo discorso alla nazione. Il discorso più cercato di sempre su Google, 4 milioni e mezzo di tweet di commenti, e soprattutto un consenso di quasi il 70%, un vero record. Ma cosa ha detto?

Le reazioni del pubblico al discorso di Trump

Cominciamo con il dare un po' di numeri. Secondo i dati diffusi da Cnn / Ssrs subito dopo il discorso, la reazione del pubblico è stata sorprendentemente positiva.

La positività è stata calcolata anche in base alla popolarità del Presidente prima di questo discorso. Trump infatti viene criticato praticamente per qualunque azione o proposta. Quasi il 70% degli intervistati ha espresso un parere favorevole. Molto positivo per il 48% il discorso di Trump, 'positivo in qualche modo', per il 29%. Soltanto il 22% degli intervistati si è dichiarato contrario. Il 62% degli interpellati ha aggiunto anche che ritiene che questo Presidente possa portare gli Stati Uniti finalmente nella giusta direzione.

Le parole di Donal Trump convincono l'America

E' difficile mettere d'accordo un paese sconfinato e contraddittorio come l'America, eppure è quello che sembra essere riuscito a fare Trump.

Chissà se si è avvalso dell'ausilio di un esperto di comunicazione e di linguaggio del corpo, ma le sue parole hanno centrato il segno. 'Questo è il nostro nuovo momento americano. Non c'è mai stato momento migliore per cominciare a vivere il sogno americano". Questo uno stralcio del discorso che ha esaltato la nazione. Parole ispiratrici che si rivolgono al sentimento di fiducia che il popolo a stelle e strisce nutre ancora verso il proprio paese.

Trump elenca i successi ottenuti nel primo anno di governo e si rivolge ai democratici invitandoli alla collaborazione. Una richiesta interessata naturalmente, dato che senza il voto dei democratici le sue richieste di ampliare le infrastrutture per un costo di circa 1500 miliardi di dollari non andrebbero da nessuna parte.

Guantanamo non si chiude, Trump ribalta la scelta di Obama

Altro tema importante, molto battuto da Trump, è quello della sicurezza e della criminalità. Ha infatti annunciato che la famosa prigione di Guantanamo non chiuderà ma rimarrà attiva, ribaltando in questo modo una proposta fatta dal suo predecessore Obama. Parla di promesse mantenute Trump, proprio come quella sulla prigione. E continua concentrandosi sul futuro, invitando gli americani a superare le differenze per lavorare insieme. Un discorso che evidentemente, stando ai sondaggi, ha convinto tutti, o quasi.

Lo sguardo di Melania e il sospetto sull'attrice hard

La first lady Melania, infatti, è apparsa molto rigida e dallo sguardo gelido.

In molti hanno ipotizzato che sia rimasta contrariata dalle recenti accuse che parlano di una presunta relazione di suo marito con una star a luci rosse. Si tratta di Stephanie Clifford, in arte Stormy, come si apprende in queste ore dai principali quotidiani. Lo confermerebbe il Wall Street Journal, che pochi giorni fa ha parlato di una relazione tra Trump e la donna quando l'imprenditore non era ancora presidente ma era già spostato con Melania. Sembra che ad ottobre 2016 l’avvocato di Trump, Michael Cohen, pagò 130 mila dollari a 'Stormy' per non diffondere la notizia della relazione. La donna avrebbe dovuto partecipare al programma 'Good Morning America'. Smentita secca sia da Trump che dalla Casa Bianca, ma Melania che ne penserà?

Segui la nostra pagina Facebook!