Saranno pure in voga, ma il loro stile linguistico non è di certo da oscar del linguaggio e del bon ton. Dopo l'episodio accaduto in Veneto, dove il responsabile della comunicazione dei pentastellati, così come pubblicato dai principali giornali italiani, invitava su whatsapp i candidati e altri collaboratori a trovare nefandezze e foto imbarazzanti dei candidati degli altri partiti per fare cattiva comunicazione sui concorrenti, l'ennesimo affondo dei 5 stelle siciliani va in scena ad Agira, piccolo Comune dell'entroterra siciliano. Mario Michele Giarrusso, senatore catanese a 5 stelle, ed Elena Pagana, neo deputata regionale del Movimento di Grillo e Casaleggio, pubblicano un video in cui sono intenti a chiacchierare sul "ponte dei sospiri", un'opera in fase di realizzazione da diversi anni sulla strada provinciale che collega Agira a Gagliano Castelferrato: la cosiddetta "incompiuta".

Dalla terrazza del ristorante in cui si presume abbiano pranzato con i sostenitori pentastellati dei due paesini dell'ennese, in occasione della presentazione del libro "Il voto di scambio politico - mafioso", scritto proprio da Giarrusso, il senatore a 5 stelle - già conosciuto ad Agira per il suo "mafiosi" gridato non senza conseguenze dal palco della piazza centrale al balcone del PD e del programma renzi in occasione della campagna elettorale che portò all'elezione dell'attuale sindaco Greco, deputata nazionale uscente - inizia a parlare del ponte definendolo prima una "sconcezza del PD", poi una "grande ca**ta" e come se non bastasse un "cesso di ponte". Dietro le telecamere, o forse uno smartphone, si sentono intanto i sorrisi beffardi degli altri 5 stelle che assistono alla chiacchierata, poi diffusa sulla pagina Facebook del Movimento 5 stelle di Agira.

Sorrisi che aumentano (in sociologia potrebbe definirsi forse bullismo politico) non appena Mario Michele Giarrusso interrompe la deputata troinese Elena Pagana per rivolgersi a "Cappiddazzu" (questo il nickname di Mirello Crisafulli, storico leader, ex senatore e deputato, del centrosinistra ennese) e chiedergli: "Dove sono i milioni di euro del ponte?".

Le frecciatine proseguono non appena la Pagana parla della presentazione del libro di Giarrusso. Lui la interrompe ancora rivolgendosi all'obiettivo e tuona: "Capiddazzu ti fischiano le orecchie?". Per chiudere quello che è sembrato un vero e proprio sketch di cabaret in pieno stile Grillo, la deputata regionale stima in 8 milioni le spese sostenute fin qui per il ponte sulla Agira - Gagliano e lì ecco l'ennesima interruzione di Giarrusso che, come un vulcano, erutta ancora: "8 milioni per quel cesso di ponte".

Segui la nostra pagina Facebook!