Da poche ore sono stati resi noti i numeri delle dichiarazioni dei redditi presentate nel 2017 dai parlamentari italiani. La curiosità è tanta e già non si parla d’altro; volete veramente sapere quanto dichiarano i nostri politici?

Dichiarazioni dei redditi 2017

I dati sono stati resi noti sui siti istituzionali di Camera e Senato. Ad onor del vero bisogna precisare che le entrate di cui parliamo sono quelle dell’anno 2016, dichiarate, appunto, nel 2017.

Pubblicità
Pubblicità

Inoltre dobbiamo dire che non stiamo parlando degli stipendi dei politici, ma dei loro redditi complessivi: somme che ricomprendono anche gli introiti di altre attività e i redditi di altro tipo.

Quanto agli stipendi dei parlamentari, non tutti fanno parte della dichiarazione reddituale. Qui troviamo infatti le sole indennità, vale a dire la paga base, mentre diaria e rimborsi di vario genere non formano oggetto di dichiarazione. In definitiva, resta fuori dal calcolo ufficiale circa la metà delle entrate per la carica rivestita.

Pubblicità

La classifica: ricchi e 'poveri'

Dai dati pubblicati il più ricco è risultato Alberto Bombassei, deputato eletto con il partito Scelta Civica poi disciolto che attualmente fa parte del gruppo misto. Bombassei ha dichiarato oltre 5 milioni di euro. Il grosso dei suoi guadagni, comunque, non arriva dalla Camera dei Deputati ma dall’impresa di cui è presidente, la Brembo, costruttrice di fama internazionale di freni per auto e moto.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Matteo Renzi

Il secondo posto spetta al senatore a vita Renzo Piano, con un reddito appena inferiore a 3 milioni; al terzo posto si è posizionato Antonio Angelucci, deputato di Forza Italia meglio conosciuto come il “re delle cliniche”, già vincitore della “classifica” precedente, che ha raggiunto appena i 2,7 milioni.

I numeri del Governo uscente

Cifre da capogiro anche tra i ministri, tra cui spicca al primo posto Valeria Fedeli, ministro dell’Istruzione, con i suoi 182mila euro dichiarati.

Il ministro dello sviluppo economico Carlo Calenda con 166mila euro si è aggiudicato il secondo posto, mentre il terzo spetterebbe a Dario Franceschini, ministro della cultura, che ne ha dichiarati 145mila.

Il Presidente del Consiglio uscente, Paolo Gentiloni, ha dichiarato circa 107mila euro, ma sono rimasti in molti quelli che non hanno raggiunto la soglia dei 100mila: la dichiarazione di Maria Elena Boschi arriva a circa 96mila euro, Angelino Alfano ha dichiarato 98mila.

In coda alla classifica del governo troviamo il ministro della salute Beatrice Lorenzin, con circa 90mila euro.

Pubblicità

Leader politici e Presidenti

Curiosità per curiosità, interessa a tutti sapere quanto hanno dichiarato i leader dei partiti politici. Tra questi, alcuni non sono parlamentari ma le rispettive dichiarazioni si trovano sui siti istituzionali e sono pubblicamente consultabili.

Spicca tra i capi di partito Beppe Grillo, che ha moltiplicato le sue entrate per sei dall’ultima dichiarazione dei redditi, passando da 71mila a 420mila euro; nel 2015, però, ne aveva dichiarati 355mila.

Pubblicità

Luigi Di Maio per tre anni consecutivi ha dichiarato lo stesso reddito, aggirandosi sui 98mila euro, e la stessa somma risulta dichiarata da Giorgia Meloni. Vi state chiedendo quanto ha guadagnato Matteo Renzi? Ebbene, nel 2017 ha dichiarato 107mila euro.

Concludiamo questa breve rassegna con i presidenti uscenti delle Camere: ambedue risultano lievemente più poveri rispetto all’anno precedente. Infatti, Laura Boldrini ha dichiarato 137mila euro mentre nel 2016 ne contava 144mila; il presidente del Senato, Pietro Grasso, è passato dai 340mila dell’anno scorso ai 321mila nel 2017.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto