Dopo più di un mese di stallo politico, lo scenario politico italiano potrebbe cambiare e la situazione governativa potrebbe vivere un punto di svolta. Maria Elisabetta Casellati, Presidente del Senato, ha terminato pochi minuti fa il colloquio col presidente della Repubblica Sergio Mattarella. L'incontro è avvenuto nello studio 'La Vetrata' del palazzo del Quirinale. A riferirlo è una nota stampa diffusa dal Segretario generale della Presidenza della repubblica Ugo Zampetti. Sarà l'inizio del nuovo Governo del Paese?

Pubblicità
Pubblicità

L'incontro al Colle

La neo-presidente del Senato Casellati ha ricevuto, dunque, un mandato esplorativo: nei prossimi giorni, fino a venerdì 20 aprile 2018, dovrà verificare la possibilità di una maggioranza tra il centro-destra e il Movimento Cinque Stelle del leader Luigi Di Maio. La Casellati si è rivolta ai giornalisti della carta stampata dicendo di sentirsi in dovere di ringraziare il Presidente della Repubblica per la fiducia accordatale.

Pubblicità

'Assumo il mandato con il medesimo spirito di servizio e senso del dovere con i quali ho assunto la carica di Presidente del Senato. Vi informerò sul calendario degli incontri che avverranno in tempi davvero molto brevi e rapidi' - ha dichiarato l'Onorevole Maria Elisabetta Casellati. Subito dopo aver lasciato il Palazzo del Quirinale, la Casellati ha incontrato l'Onorevole Roberto Fico (Movimento Cinque Stelle), presidente della Camera dei Deputati.

Il mandato

L'incontro tra il Capo dello Stato e la seconda carica istituzionale nazionale è avvenuto in tarda mattinata ed ha avuto la durata di circa un'ora. Non facile l'incarico della Casellati che dovrà mettere d'accordo ben quattro partiti politici: Forza Italia, Lega, Fratelli d'Italia e Movimento Cinque Stelle. Per la seconda volta nella storia della Repubblica Italiana ad una donna viene affidato un mandato esplorativo.

La prima, nel 1987, fu Nilde Iotti, allora presidente della Camera dei Deputati, che ricevette l'incarico dal Capo di Stato Francesco Cossiga. Intanto, tra gli esperti del settore, sono in molti quelli che vedono nel mandato esplorativo alla presidente del Senato soltanto una mossa per prendere tempo. E' molto difficile, infatti, che si possa arrivare ad un’intesa, considerando i veti incrociati dei partiti: da un lato il Movimento Cinque Stelle ha aperto il dialogo con la Lega e il Partito Democratico, ma non con Forza Italia, dall'altro Matteo Salvini - almeno per il momento - sembra non voler scaricare il leader di Forza Italia Silvio Berlusconi.

Pubblicità

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto