Sabato 8 settembre a Roma, presso la sala della Protomoteca in Campidoglio, nasce una nuova associazione nazionale politico-culturale nell'area della sinistra. Si chiamerà Patria e Costituzione ed è promossa da diverse personalità fra le quali Stefano Fassina, attuale deputato di Liberi e Uguali (membro di Sinistra Italiana) e Alfredo D'Attore (fra i dirigenti nazionali di Articolo Uno-MDP): i due erano usciti assieme dal PD nell'autunno 2015.

Pubblicità
Pubblicità

Con loro nella nuova associazione ci saranno anche diversi intellettuali come Pasquale Santomassimo, Vladimiro Giacché, Massimo D'Antoni e Nello Preterossi.

L'8 settembre nasce Patria e Costituzione

L'assemblea di lancio dell'associazione Patria e Costituzione si svolgerà precisamente sabato 8 settembre dalle ore 10,30 fino alle ore 16,30 e sarà intitolata "Dalla parte del lavoro. La sovranità democratica tra Italia, Unione Europea ed Euro".

Pubblicità

Nel corso della giornata sono previsti, oltre alle relazioni introduttive dei vari promotori, anche gli interventi di varie personalità della sinistra: fra loro Laura Lauri, presidente nazionale di Sinistra Italiana, l'ex parlamentare Lanfranco Turci, gli economisti "euro-critici" Domenico Moro e Sergio Cesaratto, ma anche Riccardo Achilli, Onofrio Romano, Alessandro Somma, Carlo Formenti, Gabriele Pastrello, Paolo Borioni, Daniela Lastri, Salvatore Monni, Alberto Benzoni, Giuseppe Davicino, Paolo Ortelli, Fabio Perrone e Chiara Zaccarato.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Politica

Fassina: 'Un progetto per la rinascita della sinistra di popolo'

Come spiega Stefano Fassina sulle colonne di Huffington Post la data scelta per il lancio dell'associazione, l'8 settembre, non è casuale in quanto coincide con l'anniversario dell'Armistizio del 1943 e quindi nell'immaginario degli antifascisti e democratici con il "rilancio della Patria". Sottolineando l'importanza per la sinistra odierna di riappropriarsi di un termine come "Patria", specie in un periodo storico come quello attuale contraddistinto da "preoccupanti gorghi nazionalisti, ma pure dalle correnti di svalutazione del lavoro e della democrazia costituzionale dell'europeismo liberista, ancora dominanti anche nelle sinistre nella retorica degli Stati Uniti d'Europa".

L'obiettivo di questo nuovo progetto, conclude Fassina, è quello di creare "un'associazione di cultura e iniziativa Politica dalla parte del lavoro. Un movimento senza legami o collateralismi ai partiti in campo, ma attivo nella discussione di tutti i soggetti democratici e coerenti con i principi costituzionali. Un progetto per la rinascita della sinistra di popolo".

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto