Netta vittoria per il centrodestra alle elezioni Regionali in Abruzzo: Marco Marsilio è il nuovo presidente della regione. Stando ai dati presenti sul portale Eligendo del Ministero dell'Interno, le operazioni di scrutinio sono terminate in 1.574 sezioni su 1.633. Il candidato del centrodestra ha raccolto il 48,02% dei consensi, pari a 289.885 voti. Al secondo posto si piazza – un po' a sorpresa e contro le previsioni – Giovanni Legnini. Pur con un Partito Democratico crollato all'11,19%, il candidato del centrosinistra è riuscito a raggranellare il 31,45%.

Pubblicità

Un risultato dovuto principalmente alle otto liste presenti nella coalizione. Ma il vero sconfitto di queste elezioni regionali [VIDEO] è il Movimento 5 Stelle, con la candidata Sara Marcozzi che si è fermata al 20,05% dei consensi, facendo addirittura peggio della precedente tornata elettorale del 2014 (quando i grillini raggiunsero il 21,2%).

Risultati Regionali Abruzzo, Marsilio: "Daremo alla regione il futuro che si merita"

9.00 - A distanza di poco meno di anno dalle ultime Elezioni politiche, emerge un dato inequivocabile: la Lega ha praticamente raddoppiato i propri consenti in Abruzzo, passando dal 13,8% dello scorso 4 marzo al 27,52% di questa tornata elettorale su base regionale.

Inequivocabile anche il dato del Movimento 5 Stelle, se rapportato con i numeri delle politiche. Undici mesi fa i grillini ottennero il 40% dei voti, il doppio rispetto al risultato odierno.

2.00 - "Con questa squadra daremo un futuro all'Abruzzo come meritano gli abruzzesi. Ringrazio tutti i partiti della coalizione con cui abbiamo fatto un lavoro straordinario". Queste le prime parole pronunciate da Marco Marsilio, che, appena arrivato al comitato elettorale di Pescara, ha commentato i dati che lo danno in netto vantaggio.

Pubblicità

1.38 - Nuova proiezione da parte di Swg, con copertura del 32%:

  • Marco Marsilio (centrodestra): 47,1%
  • Sara Marcozzi (Movimento 5 Stelle): 21,2%
  • Giovanni Legnini (centrosinistra): 30,6%
  • Stefano Flajani (CasaPound): 1,1%

1.10 - Ecco il tweet contenente tutti i dati della seconda proiezione:

1.00 - Il leader della Lega e ministro dell'Interno, Matteo Salvini, ha voluto celebrare con un tweet la vittoria del candidato del centrodestra Marco Marsilio alle elezioni Regionali abruzzesi

00.57 - Nuovo aggiornamento anche per quanto concerne le liste facenti parte delle singole coalizioni: la Lega scende leggermente rispetto alle precedenti rilevazioni.

Il partito guidato da Salvini si trova comunque al 26,6%, un risultato ben sopra alle attese. Sale il Partito Democratico, che si attesta al 9,7%.

00.53 - Seconda proiezione fornita da Swg su una copertura del 15%:

  • Marco Marsilio (centrodestra): 48,1%
  • Sara Marcozzi (Movimento 5 Stelle): 21,2%
  • Giovanni Legnini (centrosinistra): 29,5%
  • Stefano Flajani (CasaPound): 1,2%

00.25 - Disponibili le prime proiezioni sulle liste che compongono le coalizioni: la Lega vola con il 27,3%, collocandosi come primo partito dell'intera regione e staccando gli alleati di governo del Movimento 5 Stelle di ben 8 punti percentuali.

Pubblicità

Tra le altre liste, segnaliamo Forza Italia al 10,7%, Fratelli d'Italia al 7% e Partito Democratico al 7,9%. Tonfo del M5S al 20,3%, un dato ancora peggiore – se confermato – rispetto a quello delle scorse elezioni Regionali, quando i grillini raccolsero il 21,2% dei consensi.

00.15 - Stando alle proiezioni, Marco Marsilio dovrebbe essere il prossimo Governatore della Regione Abruzzo. Se questi primi dati venissero confermati ci sarebbe un netto passo indietro del Movimento 5 Stelle. A breve dovrebbero essere disponibili anche i primi dati parziali sulle preferenze delle singole liste.

00.02 - Sono disponibili le prime proiezioni di Swg – su una copertura del 7% – fornite da Swg. Questi i primi dati:

  • Marco Marsilio (centrodestra): 48,9%
  • Sara Marcozzi (Movimento 5 Stelle): 21,2%
  • Giovanni Legnini (centrosinistra): 28,7%
  • Stefano Flajani (CasaPound): 1,2%

00.00 - Il Ministero dell'Interno ha comunicato il dato quasi definitivo sull'affluenza: su 304 dei 305 Comuni presenti in Abruzzo, si sono recati alle urne il 52,94% degli elettori.

23.30 - Le prime proiezioni saranno disponibili intorno alla mezzanotte. Il dato che emergerà sarà certamente più attendibile rispetto agli instant poll usciti su La7 alle ore 23.

23.15 - Il dato degli instant poll sono da considerarsi come meramente indicativi. Bisognerà attendere le proiezioni per avere i primissimi risultati basati su dati reali.

23.00 - Questi i primissimi instant poll forniti durante lo speciale della #MaratonaMentana in onda su La7:

  • Marco Marsilio (centrodestra): 41-45%
  • Sara Marcozzi (Movimento 5 Stelle): 30-34%
  • Giovanni Legnini (centrosinistra): 22-26%

22.35 - Poco dopo la chiusura dei seggi inizieranno le operazioni di scrutinio. Alle ore 23, invece, sono previsti i primi exit poll.

22.30 - Manca mezz'ora alla chiusura dei seggi in Abruzzo. Le operazioni di voto sono proseguite senza intoppi per tutta la giornata. Si attende il dato finale sull'affluenza degli aventi diritto, che alle ore 19 era data al 43% circa.

Regionali Abruzzo, affluenza in calo alle 19

È stata del 43% l'affluenza alle urne per le elezioni regionali in Abruzzo fino alle ore 19. Nelle precedenti consultazioni era stata del 45,10%. Il dato è diffuso sul portale Eligendo. I seggi chiudono alle 23,00. Lo spoglio inizierà subito dopo.

Agli elettori sarà consegnata una scheda di colore verde con cui si potrà indicare il candidato Presidente ed una delle liste a lui collegate. Sarà inoltre possibile indicare una o due preferenze, ma solo a candidati di sesso diverso (pena l'annullamento della seconda preferenza). Non è previsto il voto disgiunto, per cui qualsiasi preferenza in tal senso sarà considerata nulla.

Il sistema elettorale per queste elezioni Regionali in Abruzzo è sul modello proporzionale, con soglia di sbarramento fissata al 4% per le liste non coalizzate e al 2% per le liste in coalizione. Non è previsto ballottaggio, per cui il candidato che avrà ottenuto più voti – pur non avendo raggiunto il 50% più uno dei voti – diventerà il nuovo Governatore.