L'idea che cinquantuno bambini siano stati messi in pericolo da un uomo che voleva vendicare i migranti vittime del mare, da qualche giorno, anima dibattiti e talkshow televisivi. La trasmissione televisiva Mediaset Quarta Repubblica è andata ad indagare quale sia lo stato d'animo degli stranieri che vivono in Italia, con particolare riferimento ad una comunità africana in cui sembra emergere un certo malcontento nei confronti di Matteo Salvini.

Pubblicità
Pubblicità

Un sentimento di odio che non trova la condanna del popolare vignettista Vauro, ospite della trasmissione, a cui segue un'espressione piuttosto forte del conduttore e giornalista Porro.

Si prova a capire cosa pensa la comunità africana

L'indagine, svolta con un servizio televisivo, da Quarta Repubblica ha l'obiettivo di tastare il polso delle comunità africane in merito all'opinione che si ha nei confronti dell'uomo che ha seminato il panico su quel bus a San Donato Milanese.

Pubblicità

L'obiettivo è stato cercare di capire se davvero c'è l'idea che sarebbe colpa del governo italiano se centinaia di migranti, ogni anno, muoiono nel Mediterraneo. In molti, a telecamera abbassata, sembrano avere idee molto simili a quelle dell'attentatore senegalese con cittadinanza italiana, oggi detenuto. Concetti che si accompagnano ad una certa ostilità nei confronti del Ministro dell'Interno. "Salvini è meglio se va via" dice qualcuno, "Vuole rovinare gli stranieri" qualcun altro e c'è chi ammette che sono in tanti a pensarla così.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Matteo Salvini M5S

Nel pensiero del leader del Viminale non viene digerito il suo continuo riferimento agli stranieri. "Io non potrei mai fare una cosa del genere" rivelano altri intervistati, prima di aggiungere: "Se dovessi uccidere qualcuno, ucciderei Salvini".

Scontro Vauro - Porro

Il video, pubblicato dal profilo Twitter del Ministro, mostra anche qualche commento di parte, ma le parole risultano comunque particolarmente forti.

"L'idea - commenta il conduttore Nicola Porro - che ci siano sei-sette-otto persone in Italia che possano pensare quello che io ho sentito in queste frasi lo trovo agghiacciante". Vauro appare meno giustizialista, non condannando quello che ha sentito: "Io devo capire perchè". A quel punto gli animi scaldano: "Non si spara a Salvini - tuona Porro - E se c'è un ca... che prende un autobus con 51 persone lo butto in galera.

Pubblicità

E se c'è uno con la telecamera nascosta giustifica quello è un delinquente. Mi fa schifo. Nello sfumare del video si può ascoltare Vauro che parla di "manipolazione".

Ecco il documento tratto dal profilo Twitter del Ministro del'Interno:

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto