È un Matteo Renzi che, sul suo sito ufficiale, manifesta una certa convinzione rispetto all'idea di riuscire a ottenere giustizia, rispetto a quelle che sarebbero state delle diffamazioni subite in questi anni. Con infamia etichetta tutte quelle dichiarazioni da parte di personaggi famosi o comunque organi di stampa che lo hanno messo in cattiva luce perché lo hanno associato a situazioni o persone quantomeno discusse.

Conta di ricevere dei risarcimenti attraverso ben dieci atti depositati e che lui stesso, nella propria e-news, ha inteso elencare, rendendo pubblici i nomi di tutti i destinatari. Ha inoltre esortato i suoi lettori a integrare i nomi presentati con ulteriori segnalazioni tese a stimolare ulteriori azioni legali contro chi, secondo l'ex Presidente del Consiglio, abbia diffamato la sua persona.

Ai primi tre posti: un cantate, un giornalista e un giornale

C'è un gruppo di persone o entità particolarmente eterogeneo che popola la lista di destinatari degli atti pubblicata da Renzi.

Il primo, ad esempio, è uno che non ha nulla a che sparire con il mondo politico, pur trattandosi di una persona che non si è mai sottratto alla possibilità di esprimere la propria opinione anche su temi delicati. Lui è Piero Pelù, il cantate dei Litfiba. Renzi gli contesta il fatto di averlo definito "boy-scout di Licio Gelli' al concertone.Marco Travaglio, invece, è stato citato per aver diffuso delle immagini offensive in uno studio tv, mentre il suo giornale, il Fatto Quotidiano avrebbe offeso Renzi attribuendogli la realizzazione di quelle che sarebbero state leggi "ad cognatum".

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Pd Lega Nord

La lista è nutrita: c'è anche lo chef Vissani

A seguire trovano posto un'altra esponente del mondo del giornalista, ossia la giornalista che lavora in Rai Costanza Miriano. Ciò che a Renzi non va giù sarebbe stata la sua dichiarazione secondo cui dei bambini sarebbero morti in mare per un porto da lui aperto. Vissani, invece, lo ha definito peggio di Hitler, mentre la giornalista D'Eusanio l'avrebbe insultato pubblicamente in Tv.

Altri, atti, invece riguarderanno il ministro Trenta e la senatrice Lupo per alcune parole riservate ad un aereo di Stato. Stessa motivazione anche per l'atto depositato contro le Cronache di Caserta.Gli ultimi due destinatari citati sono il giornale Panorama in merito alla vicenda Paita - Alluvione di Genova e, infine, anche chi lo ha accusato di essere un ladro in merito alla vicenda banche. Renzi ha sottolineato come questo sia solo l'inizio ed è pronto a ricevere segnalazioni che saranno inoltrate agli avvocati che si occuperanno di chiedere il risarcimento che, eventualmente, sarà destinato pubblicamente a qualcosa

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto