Continuano gli episodi di salvataggio dei migranti in mare e si complicano i rapporti tra le Ong e i Paesi bagnati dalle acque del Mediterraneo.

La condizione della nave della ong Sea-Eye Alan Kurdi non è delle migliori. Infatti, il Viminale ha notificato all'imbarcazione il divieto di accesso. La questione Mediterranea rimane ancora irrisolta, dopo che sono stati salvati 56 migranti al largo dell'isola di Lampedusa.

Pubblicità
Pubblicità

Il veliero Alex della ong Mediterranea potrebbe forzare il blocco imposto alla nave, e lo stesso la Alan Kurdi. La ong Sea-Eye fa sapere su Twitter, "Dopo aver salvato 65 naufraghi, navighiamo ora verso Lampedusa". Poi ha ribadito che la legge del mare deve essere sempre applicata, nonostante l'opposizione del Ministro dell'Interno, di cui "non si fanno intimidire".

Salvini ammette: 'La Libia non è un porto sicuro'

Il Ministro dell'Interno e vicepremier Matteo Salvini a Milano ai giornalisti presenti all'evento Coldiretti ha risposto seccamente: "La Libia un porto sicuro?

Pubblicità

No".

Successivamente ha assicurato che la Guardia Costiera libica è all'opera con i lavori di collaborazione assieme al Governo della Libia, affinchè la situazione si tranquillizzi. Infine ha garantito che l'obiettivo non è quello di smistare i possibili ottomila migranti in arrivo nei territori dell'Unione Europea, affermando "c'è una Guardia Costiera che lavora bene, c'è un Governo legittimamente conosciuto e con loro ragioniamo".

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Politica Matteo Salvini

E sulla questione Alex Kurdi ha spiegato di non riuscire a comprendere il motivo per cui: "I trafficanti debbano decidere dove andare e non andare", nonostante Malta, porto europeo sicuro, abbia dato la sua disponibilità. Poi, dopo aver ringraziato l'isola maltese, ha concluso, "In cambio di altri migranti? Ci stiamo ragionando,sto parlando con il premier maltese".

La ong tedesca Sea Eye su Twitter fa sapere di aver respinto l'email della Guardia Costiera libica di assegnazione di un porto in Libia, visto che si infrangerebbe il diritto internazionale riportando l'equipaggio a bordo dell'imbarcazione indietro.

Il Governo Tedesco e Roberto Saviano

A seguito delle allarmanti condizioni riportate dalla nave Alan Kurdi, la portavoce del Governo tedesco Martina Fiez ha ricordato che salvare le vite umane in mare è lavoro europeo. Ha precisato che il Governo tedesco è al corrente degli avvenimenti che riguardano l'imbarcazione e che sta lavorando per poter raggiungere una soluzione veloce, scegliendo un porto sicuro dove poter fare attraccare la nave e una redistribuzione dei migranti in ambito europeo.

Pubblicità

Open Arms, per l'assistenza medica fornita, le imbarcazioni Alex, Alan Kurdi e le rispettive ong hanno ricevuto numerosi ringraziamenti da parte dello scrittore, giornalista e sceneggiatore italiano Roberto Saviano grazie ad un Tweet.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto