E se alla fine martedì, quando al Colle si terranno nuove consultazioni, Lega e Movimento 5 Stelle dovessero proporre un governo giallo-verde bis? Non è un'ipotesi campata in aria, ma una voce che starebbe circolando con sempre maggiore insistenza nelle ultime ore.

Salvini si è già detto disponibile ad una soluzione di questo tipo, parlando di porte aperte ai grillini e sottolineando di non nutrire alcun rancore verso il Movimento 5 Stelle, nonostante le feroci critiche piovute su di lui da alcuni esponenti degli ex alleati.

Quest'ipotetico scenario ha trovato d'accordo anche Alessandro Di Battista, il quale al contempo continua ad avere delle perplessità su un'eventuale intesa con il Pd: "Ho visto nuove aperture della Lega - ha dichiarato - e mi sembra una buona cosa. Soprattutto perché non mi dispiacerebbe un Presidente del Consiglio del Movimento 5 Stelle".

Inoltre, come riporta il quotidiano Il Messaggero, va ribadito che il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ed alcuni esperti di Politica non sarebbero molto convinti di un governo Pd-M5S, nutrendo forti dubbi sulla sua tenuta.

Del resto, la lunga durata della nuova maggioranza è una delle condizioni principali poste dal Capo dello Stato per evitare di arrivare alle elezioni anticipate.

Per tutti questi motivi, sullo sfondo starebbe avanzando l'idea di un nuovo accordo tra Lega e pentastellati.

Ipotesi e dubbi sul nuovo governo

Il Movimento 5 Stelle, intanto, pare abbia deciso di adottare la cosiddetta strategia dei "due forni".

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Politica M5S

Di Battista ha rivelato che in questo periodo tutti stanno cercando di contattare i grillini perché, dati alla mano, ad oggi sono il partito che ha il numero più alto di rappresentanti in Parlamento.

Qualora a Mattarella dovesse essere proposta una nuova alleanza giallo-verde, il Quirinale non potrebbe affatto respingerla, in particolar modo se si tiene conto delle riserve che il Capo dello Stato nutrirebbe verso un esecutivo costituito da Pd e M5S.

Nel Partito Democratico, infatti, ci sono due correnti interne ben marcate. Da un lato c'è quella che fa capo al nuovo segretario Zingaretti, e dall'altro quella guidata dall'ex leader Renzi, il quale può contare sulla piena gestione dei gruppi parlamentari. Questa condizione, dunque, potrebbe causare dei problemi fin da subito ad un eventuale governo giallo-rosso.

Intanto la tensione tra i dem è salita alle stelle dopo alcune affermazioni di Matteo Renzi (registrate e successivamente pubblicate) che, dal palco della scuola di formazione politica di Barga (provincia di Lucca) ha accusato Gentiloni di aver tramato per far saltare le trattative tra il suo partito e i pentastellati.

I nuovi probabili ruoli di un eventuale esecutivo giallo-verde bis

Qualora la soluzione alla crisi di governo estiva dovesse essere una riproposizione dell'alleanza Lega-M5S, ovviamente ci sarebbero dei cambiamenti. Su tutti, non verrebbe riproposto il dimissionario Giuseppe Conte come Presidente del Consiglio. I penstastellati - compreso Di Battista - vorrebbero Luigi Di Maio nel ruolo di nuovo premier, una svolta che non dispiacerebbe nemmeno ai leghisti.

Intanto Giorgetti in alcune recenti dichiarazioni ha ricordato che le dieci condizioni imposte da Di Maio come base di partenza per avviare dei colloqui con il M5S sarebbero, di fatto, già presenti nel contratto di governo precedente. Per quanto concerne Conte, Il Messaggero afferma che verrebbe "risarcito" con un nuovo incarico quale commissario presso l'Unione europea.

Tuttavia il quotidiano romano ha anche rivelato che Beppe Grillo non sarebbe poi così favorevole ad una seconda intesa con il Carroccio, affermando che l'ex premier non va di certo trattato come una sorta di "figurina" da scambiare. Intanto è trapelata una voce secondo cui il Movimento 5 Stelle, tramite la piattaforma Rousseau, potrebbe chiedere ai suoi iscritti di esprimere un parere su un probabile governo insieme al Partito Democratico.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto