In questi ultimi giorni si sta parlando molto della crisi di governo che sta interessando l'Italia. Sulla vicenda è intervenuto anche l'ex segretario del Partito Democratico Matteo Renzi, che ha lanciato la proposta di un governo 'No Tax'. Andando maggiormente nello specifico, secondo il politico dem sarebbe necessaria la formazione di un nuovo esecutivo che eviti l'aumento dell'Iva.

Il politico dem difende la sua proposta su Facebook

La tesi dell'ex leader del PD è stata accolta favorevolmente da alcuni opinionisti politici e simpatizzanti dei democratici e, d'altro canto, è stata invece criticata da altri sostenitori del PD ed opinionisti.

A seguito delle polemiche, lo stesso politico di centrosinistra ha deciso di difendere la sua proposta in un post scritto su Facebook. Più specificatamente, Renzi ha affermato che è comprensibile che alcuni amici siano dubbiosi e incerti e, allo stesso tempo, ha dichiarato che il suo annuncio è rivolto a tutti, compresi coloro che in passato lo hanno fortemente criticato e insultato.

La posizione di Zingaretti contro l'ipotesi di governo PD-M5S

Nelle ultime ore si è sostenuto che una possibile soluzione alla crisi governativa possa essere costituita da un'eventuale alleanza tra il Partito Democratico e il Movimento 5 Stelle.

Tale idea trova il sostegno di alcuni esponenti della base e dei vertici dei due rispettivi partiti, così come diversi pareri discordanti e decisamente scettici. Tra i critici vi è da segnalare lo stesso attuale segretario del Partito Democratico, ovvero sia Nicola Zingaretti.

Zingaretti ha argomentato la sua posizione di contrarietà ribadendo che il possibile accordo PD-5 Stelle potrebbe rivelarsi un assist nei confronti di Matteo Salvini.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Politica Matteo Renzi

Secondo il politico del PD la stessa alleanza nel nome della 'salvaguardia della democrazia' farebbe gridare allo scandalo proprio il ministro dell'Interno e segretario della Lega Nord, in quanto si impedirebbe 'democraticamente' di arrivare al voto dei cittadini italiani.

Oltre a ciò, Nicola Zingaretti ha detto che si vedrà cosa succederà nei prossimi giorni e ha ricordato, riporta un articolo pubblicato sul sito web di di Rai News, che fortunatamente nei passaggi "ci guiderà la saggezza e l'autorevolezza del presidente Mattarella".

La presa di posizione del segretario risulta rappresentativa di quell'ala del PD che si oppone a qualunque accordo con il partito fondato da Beppe Grillo, mentre Renzi risulta esserne moderatamente favorevole.

Su tale questione, c'è da dire che le diverse posizioni all'interno del Partito Democratico risultano emblematiche.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto