Lo scrittore Roberto Saviano ed il disegnatore Zerocalcare non sono graditi ospiti della città de L’Aquila a causa delle loro simpatie politiche. O almeno, secondo quanto denunciato da Silvia Barbagallo, direttrice artistica del Festival degli Incontri, organizzato in occasione del decennale del terremoto del 2009, sarebbe stato il Sindaco della città abruzzese, Pierluigi Biondi, ad aver manifestato chiaramente l’intenzione di voler escludere Saviano e Zerocalcare dalle celebrazioni.

Si dà il caso che il Primo cittadino aquilano sia anche un esponente di Fratelli d’Italia, il partito di destra di Giorgia Meloni da sempre in contrasto con l’autore di Gomorra. Logico allora che la polemica dovesse farsi subito rovente, con il Sindaco accusato di voler mettere in atto una sorta di censura.

La denuncia della direttrice del Festival de L’Aquila: ‘Visione autoritaria’

A far finire sul banco mediatico degli imputati Pierlugi Biondi, Sindaco del capoluogo abruzzese L’Aquila in quota Fratelli d’Italia, sono state le parole di Silvia Barbagallo.

La direttrice artistica del Festival degli Incontri, organizzato come detto in occasione del decennale del drammatico terremoto che fece più di 300 vittime, racconta alla stampa di come Biondi, quando mancano solo poche settimane all’inaugurazione della manifestazione culturale, avrebbe manifestato la sua volontà di, parole testuali della Barbagallo, “condizionare il supporto operativo del Comune proponendo l'esclusione di alcuni ospiti a lui sgraditi”, tra cui in prima fila Saviano e Zerocalcare.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Politica

Insomma, il Primo cittadino di Fd’I avrebbe preteso una sorta di “bilanciamento politico” del programma del Festival attraverso l’invito di artisti più graditi alla sua area Politica di appartenenza. Una vera e propria “censura politica sugli indirizzi culturali”, denuncia senza mezzi termini la Barbagallo. Insomma, quella manifestata da Biondi sarebbe una “visione autoritaria” dei rapporti tra politica e cultura.

Il politico meloniano, dunque, decidendo di intervenire direttamente sulla scelta degli ospiti, avrebbe compiuto una imperdonabile “invasione di campo”.

La risposta del Sindaco di Fratelli d’Italia: ‘Questa signora si sieda con me e ragioni sugli eventi’

La replica del Sindaco Biondi alle accuse della Barbagallo non ha tardato naturalmente ad arrivare. Il Sindaco di Fratelli d’Italia ha precisato in maniera piccata che i fondi stanziati in occasione dei 10 anni dal terremoto del 2009 vengono gestiti dal Comune che ha la facoltà di erogarli all’istituzione sinfonica.

Il programma e la scaletta degli ospiti del Festival degli Incontri, dunque, dovrebbe essere "concordato” con l’amministrazione comunale. Biondi definisce la sua accusatrice, che dice di non conoscere ancora personalmente, con l’appellativo sprezzante di “questa signora”, invitandola a rispettare almeno il “minimo sindacale” di sedersi al suo stesso tavolo per concordare un programma degli eventi che sia il più "inclusivo" possibile.

Certo, anche se un No diretto all’arrivo di Saviano e Zerocalcare a L’Aquila non lo pronuncia, la sua intenzione resta comunque quella di escluderli dalle celebrazioni.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto