Il mese di settembre vede l’istituto SWG tornare a pubblicare Sondaggi politici. A distanza di qualche settimana, sono state rese note le intenzioni di voto degli italiani, che hanno visto grandi cambiamenti dopo le vicende del Governo. Un dato significativo è il crollo della Lega, con una contemporanea crescita del Movimento 5 Stelle, anche se il distacco tra i due resta oltre la doppia cifra. Lieve calo anche per il Partito Democratico, che scivola in terza posizione, ma comunque in scia. Di seguito vi riportiamo i dati per ciascun partito, con le variazioni rispetto all’ultima rilevazione.

SWG: allungo di FdI su Forza Italia

In testa si registra la perdita del 4,4% da parte della Lega, che cade al 33,6%. Alle sue spalle fa grossi passi avanti il M5S (+4,1%), che si porta al 21,4%. Questa crescita permette ai grillini di riprendersi la seconda posizione e ridurre il gap con il partito di Matteo Salvini. Il podio è completato dal Pd (21,1%), che mostra una flessione dello 0,9%. Interessante è la lotta interna al Centrodestra, che si verifica alle spalle dei primi tre.

Fratelli d’Italia (6,9%) allunga su Forza Italia (6,2%). Il primo incrementa dello 0,3%, mentre il secondo perde lo 0,3%. Più staccati ci sono Più Europa con Italia in Comune (3%) e Sinistra (2,7%), rispettivamente in crescita dello 0,3% e dello 0,6%. Seguono i Verdi con il 2,4% (+0,1%). Le rimanenti liste ottengono il 2,7% (+0,2%). Dato importante riguarda la percentuale dei cittadini che non si sono espressi.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
M5S Pd

Si è passati dal 39% di luglio all’attuale 31%. SWG ha inoltre chiesto un’opinione sulla presidenza affidata nuovamente a Giuseppe Conte agli elettori del PD. Il 35% considera tutto ciò positivo, contro il 58% che ritiene non sia del tutto positivo, ma accettabile. Infine, c’è il 7% degli intervistati che lo ritiene inaccettabile. Nei giorni scorsi è stato pubblicato anche l’ultimo sondaggio di Tecnè, di cui vi mostriamo i dettagli.

Tecnè: PD si avvicina ancora alla Lega

La Lega si attesta al 31% e vede alle sue spalle avvicinarsi ulteriormente il Partito Democratico (24,6%). Il divario tra i due si è ridotto parecchio nelle ultime settimane, con un trend a favore di chi attualmente sta inseguendo. Il terzo posto è occupato dal Movimento 5 Stelle, che ottiene il 21,5%. Alle loro spalle è sfida aperta tra Forza Italia e FdI, che si trovano rispettivamente al 7,8% e al 7%.

Questi sono i valori se si votasse oggi. Ai cittadini è stato chiesto anche se voterebbe la fiducia ad un Governo targato M5S-PD con premier Giuseppe Conte. Il 30% è per il “sì”, mentre il 55% è per il “no”. Il restante 15% “non sa”. Tali valori sono differenti se si prendono in analisi i soli elettori pentastellati: 52% per il “sì” e 44% per il “no”. Tra gli elettori dem, invece, la situazione vede 66% per il “sì” e 26% per il “no”.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto