Adriano Celentano, nel corso della sua trasmissione Mediaset Adrian, ha avuto modo di interloquire con tre giornalisti: Francesca Fialdini, Chiara Geloni e Luca Somma. Attorno ad un tavolo i quattro hanno parlato di diversi temi e sebbene non si siano fatti nomi e cognomi, più volte si è avuta l'impressione, neanche troppo velata, che si sia arrivati a riferimenti precisi. In particolare Celentano ha manifestato un certo gradimento nei confronti del movimento delle Sardine per il loro andare contro corrente e ha sembrato manifestare una certa disillusione nei confronti di Matteo Salvini, individuato nel termine "capitone".

Celentano apprezza le Sardine

All'interno di Adrian la scenografia suggerisce che il tema predominate è l'ambiente marino. Il giornalista Luca Somma coglie la palla al balzo, dribblando quella che sarebbe la scelta di Celentano di non parlare, ultimamente, di politica. "Tutto questo mare - evidenzia - mi fa venire in mente i pesci. Parliamo di pesci: ti piacciono le sardine?". La risposta del cantante è chiara: "Molto. Mi piacciono perché vanno controcorrente. Hanno un pregio importante e forse oggi è importante".

Si parla di Salvini senza menzionarlo

Matteo Salvini non viene mai menzionato nel dibattito, ma che si parli di lui c'è più di un sospetto. A partire dalla domanda con il lapsus freudiano di Somma: "Ti piace il Capitano? Scusa il Capitone!". "Avrebbe - ammette Celentano - anche potuto piacermi, quando la gente aveva paura perché effettivamente succedono delle cose e la gente ha paura". Il cantante sposta l'attenzione del suo discorso sul tema della sicurezza, molto caro a Salvini. Lo si evince dal fatto che il Molleggiato fa l'esempio di una donna che va a denunciare eventuali maltrattamenti subiti e non avviene mai ciò che, invece, sarebbe auspicabile.

Davvero te la sei persa?
Clicca il bottone sotto per rimanere aggiornato sulle news che non puoi perdere, non appena succedono.
Matteo Salvini Lega Nord

Celentano elementarizza il ragionamento facendo l'esempio della necessità di una sorveglianza sia nei confronti della vittima che del carnefice e invece ciò non avviene.

L'altro tema che spesso coinvolge Salvini e che viene tirato in ballo da Luca Somma è quello relativo ai migranti. "Hanno sofferto - evidenzia Celentano - ancora prima di salire su quella zattera. A Lampedusa non ci vorrebbero solo quelli che accolgono questa povera gente che scappano dalle guerre e dal martirio". Poi Celentano chiarisce a cosa fa rifermento: "Dovrebbero essere messe delle guardie con i cannocchiali per vedere se avvistano questi che stanno arrivando, andargli incontro e farli sbarcare".

"Mi rendo conto - prosegue - che bisogna cercare di arginare e una colpa ce l'ha anche l'Europa peché non prende provvedimenti. Ci dovrebbe essere una distribuzione, invece vedo che c'è e non c'è".

"Mai - conclude - bisogna lasciare della gente su una barca per giorni, dopo aver subito tutto il travaglio di un viaggio terribile e di paura".

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto