Giorgia Meloni, con un post apparso sul suo profilo Twitter, ha attaccato il Movimento 5 Stelle e Luigi Di Maio sulla questione banche. In particolare, in seguito alla crisi della Banca Popolare di Bari e alla necessità di salvaguardare i risparmi dei correntisti con esborso statale, si è scagliata contro la richiesta di Di Maio di rivedere il sistema di contro e vigilanza sulle banche. La leader di Fratelli d'Italia ha ricordato come i grillini non abbiano sostenuto Fratelli d'Italia che aveva richiesto di tornare a nazionalizzare Bankitalia.

Nel video, infatti, spiega come, di fatto, a vigilare sia in realtà chi deve essere controllato. Entrerebbe così in azione una sorta di cortocircuito che penalizzerebbe i cittadini. Lo "j'accuse" di Giorgia Meloni, inoltre, riguarda anche la direzione politica dei pentastellati che dopo aver lanciato la loro sfida al sistema, una volta acquisite le competenze per farlo, si sarebbero, a suo avviso, tirati indietro.

Meloni ripercorre i problemi della Banca Popolare di Bari

Nel video diffuso attraverso il suo account Twitter, Giorgia Meloni prova a ripercorrere le ultime tappe relative al problema degli istituti di credito in Italia.

"Un'altra banca, la principale del Sud, Banco Popolare di Bari - ha evidenziato - crolla sotto il peso della gestione inadeguata che l'ha riguardata negli ultimi anni".

Secondo la leader di Fratelli d'Italia si tratterebbe di un problema che avrebbe radici ben chiare: "Crolla per l'incapacità del sistema di vigilanza sulle banche di fare il suo lavoro". "Oggi - ha proseguito - dopo che crolla e dopo che lo Stato ha dovuto trovare 900 milioni di euro per mettere in sicurezza i risparmiatori, tutti gridano allo scandalo."

Tra coloro i quali hanno lamentato il problema c'è stato Luigi Di Maio.

"C'è - ha proseguito Giorgia Meloni - un problema nella vigilanza, cioè Bankitalia, è detenuta da quelli che dovrebbe vigilare". Tra l'altro il riferimento al capo politico pentastellato è ben presente all'interno del post, ricordando come proprio lui abbia puntato il dito sulla questione.

Meloni, sulle banche attacco diretto a M5s e Di Maio

Si tratterebbe, secondo la leader di Fratelli d'Italia, di un problema di rilevanza nazionale: "È oggetto di uno dei principali conflitti di interesse che esistono in Italia".

"Qualcuno - ha proseguito - lo sapeva, lo aveva detto e aveva portato in aula una legge per rimettere Bankitalia sotto il controllo statale e quel qualcuno era Fratelli d'Italia". "Sapete - ha incalzato - come ha votato il Movimento Cinque Stelle? Ha votato contro!".

E alla fine arriva la stoccata finale nei confronti dei grillini: "Quelli che dovevano aiutarci a combattere il sistema non proprio trasparente delle banche si sono messi a cuccia pure loro'.

Segui le tue passioni.
Rimani aggiornato.

Nel post pubblicato a corredo del video, l'accusa si fa ancora più dura. "Di Maio - si legge - parla di sistema di vigilanza da riformare. Ma con che faccia? Spieghi perché il Movimento 5 Banche ha bocciato la nostra proposta di nazionalizzare la Banca d'Italia! Com'è possibile essere così ipocriti? Sono degni alleati del Pd!".

Segui la nostra pagina Facebook!