Stefano Bonaccini (centrosinistra) vince in Emilia Romagna; Jole Santelli (centrodestra) in Calabria. Sono questi i risultati delle elezioni regionali, con il Pd che si attesta come primo partito in Calabria (nonostante la sconfitta) e la Lega che finisce come secondo partito più votato in Emilia Romagna.

Urne aperte oggi, 26 gennaio, dalle 7:00 alle 23:00 in Calabria ed Emilia Romagna per scegliere il nuovo presidente della Regione e il Consiglio Regionale. Sono chiamati alle urne 3.515. elettori emiliano-romagnoli e 1.959.050 calabresi. Il voto in Emilia è particolarmente atteso per gli effetti poche potrebbe avere sulla stabilità del governo giallo-rosso.

Matteo Salvini e i suoi alleati tentano la spallata in una regione da sempre governata dalla sinistra e dal centosinistra.

Risultati elettorali per le regionali 2020

ore 07:15 Bonaccini ringrazia l'Emilia Romagna.

ore 07:00 Il centrodestra strappa al centrosinistra la Calabria e rafforza la leadership per quanto riguarda i Governi regionali, nonostante la conferma di Bonaccini in Emilia Romagna. Il centrodestra governa 13 regioni: Piemonte, Liguria, Lombardia, Veneto, Trentino Alto Adige, Friuli Venezia Giulia, Calabria, Umbria, Abruzzo, Molise, Basilicata, Sicilia e Sardegna.

Il centrosinistra governa 6 regioni: Emilia Romagna, Toscana, Marche, Lazio, Puglia e Campania.

L'Union Valdotaine ha il Presidente della Valle d'Aosta. Nel 2020 si voterà in Liguria, Veneto, Toscana, Marche, Campania e Puglia.

ore 06:30 Quando restano da scrutinare 185 sezioni emiliano romagnole su 4520, il vantaggio di Stefano Bonaccini, che ha superato 1,1 milioni di voti, è ormai incolmabile. Lucia Borgonzoni del centrodestra è ferma a 944mila voti.

Simone Benini (M5s) è a quota 74mila voti.

ore 03:52 Quello del Movimento 5 Stelle, nelle elezioni in Emilia Romagna 'è un crollo annunciato, un'implosione totale considerati i tanti delusi, i fuoriusciti e il fatto che non c'è più una base": lo ha detto Federico Pizzarotti, questa notte nel Comitato elettorale di Stefano Bonaccini, commentando il risultato dei 5 Stelle nelle elezioni regionali in Emilia Romagna.'

ore 03:30 Stefano Bonaccini è in netto vantaggio e il Partito democratico sopra il 40%: sono i risultati provvisori delle elezioni regionali a Bibbiano, il paese del Reggiano finito al centro dell'inchiesta 'Angeli e Demoni' sugli affidi.

Quando sono state scrutinate 3 sezioni su 7, il Pd è infatti al 42,2%, mentre il candidato presidente Bonaccini è al 58%%; la sua sfidante, Lucia Borgonzoni, al 36%. Il Comune di Bibbiano, tuttavia, è storicamente di centrosinistra: alle precedenti elezioni regionali Bonaccini aveva preso il 57%, con il Pd ben oltre il 50%.

ore 01:57 'La scelta di usare l'Emilia-Romagna per altri fini gli emiliano-romagnoli l'hanno capita. Hanno deciso di mettere la campagna su un altro terreno e noi abbiamo vinto anche su quel terreno'. Lo ha detto Stefano Bonaccini, parlando dal suo comitato elettorale. Questa vittoria "sia una lezione per il futuro. Ce n'eravamo dimenticati di stare in piazza, di stare di più tra le persone", ha detto il governatore Pd riconfermato.

Novità video - Meloni su regionali Emilia Romagna: finite le roccaforti
Clicca per vedere

ore 01:40 YouTrend: Bonaccini riconfermato presidente dell'Emilia Romagna

ore 23:20 Affluenza 66,49 per cento, alle 23:00, alla chiusura dei seggi, per le elezioni regionali in Emilia Romagna quando sono giunti i dati di 184 Comuni su 328. Nella precedente consultazione regionale, alla stessa ora, era stata del 36,83%

ore 23:12 Stefano Bonaccini, candidato del centrosinistra si attesta tra il 46,5% e il 50,5% per le Regionali in Emilia Romagna. Lucia Borgonzoni, sostenuta dal centrodestra è in un range tra 43,5% e il 47,5%.

E' quanto stima il primo intention poll delle 23, a urne appena chiuse, di Tecne' per Retequattro. Il candidato di M5s, Simone Benini, e' accreditato di un range tra il 2% e 6%.

ore 23:10 La candidata di centrodestra Jole Santelli è in testa alle elezioni regionali in Calabria: il primo exit poll del Consorzio Opinio per la Rai le assegna il 49-53%, rispetto al 29-33% attribuito a Callipo, candidato del centrosinistra.

ore 23:07 Stefano Bergonzoni, candidato del centrosinistra si attesta tra il 46,6% e il 50,5% per le Regionali in Emilia Romagna. Lucia Borgonzoni, sostenuta dal mcentrodestra è in un range tra 43,5% e il 47,5%. E' quanto stima il primo intention poll delle 23:00, a urne appena chiuse, di Tecné per Retequattro.

Il candidato di M5s, Simone Benini, è accreditato di un range tra il 2% e 6%.

ore 23:05 Emilia, Romagna: primo exit, Bonaccini 47-51%, Borgonzoni 44-48%

ore 23:01 Secondo i primi exit poll diffusi dalla Rai, forchetta molto ravvicinata tra centrosinistra e centrodestra in Emilia-Romagna. Stefano Bonaccini è dato al 47-51%, mentre la candidata di centrodestra Lucia Borgonzoni al 44-48%. Il candidato del M5s Simone Benini invece è dato tra il 2 e il 5%.

Mentre in Calabria è data in testa la candidata di centrodestra Jole Santelli. Il primo exit poll del Consorzio Opinio per la Rai le assegna il 49-53%, rispetto al 29-33% attribuito a Callipo, candidato del centrosinistra.

ore 22:49 Secondo la proiezione YouTrend in Emilia Romagna l’affluenza si assesterà alla fine intorno al 69-73%.

ore 20:10

L’affluenza in Calabria nei comuni di capoluogo:

  • CATANZARO 44,75% / 42,12&
  • COSENZA 45,75% / 40,26%
  • CROTONE 36,84% / 32,30%
  • REGGIO CALABRIA 38,99% / 36,23%
  • VIBO VALENTIA 39,53% / 37,46%

ore 20:05 Per quanto riguarda l’affluenza in Calabria, il dato definitivo è 35,52%, in lieve crescita rispetto alle precedenti elezioni quando fu del 34,68%.

ore 19:58

L’affluenza in Emilia -Romagna nei comuni di capoluogo:

  • BOLOGNA 60,82% / 33,04%
  • FERRARA 59,24% / 32,44%
  • MODENA 61,33% / 33,02%
  • RAVENNA 59,09% / 31,92%
  • CESENA 60,36% / 31,72%
  • FORLI’ 59,64& / 29,58%
  • RIMINI 55,00% / 26,07%
  • REGGIO 58,20% / 29,49%
  • PARMA 55,40% / 27,56%
  • PIACENZA 54,32% / 29,66%

ore 19:45 Secondo i dati definitivi, in Emilia-Romagna l’affluenza è raddoppiata rispetto alle scorse elezioni regionali.

Alle 19:00 è stata registrata un’affluenza del 58,82% mentre nelle precedenti elezioni fu 30,89%.

ore 19:00 Secondo i dati parziali dell'affluenza rilevata alle ore 19:00, in Emilia-Romagna il dato è raddoppiato toccando quota 61%, rispetto al 31,58% delle scorse elezioni. È in lieve crescita anche in Calabria dove sempre alle 19 è stata registrata un’affluenza del 38% rispetto al 35,9% delle scorse consultazioni.

ore 18:50 In alcuni seggi dell’Emilia-Romagna sono state registrate per esprimere il voto. Il dato sull’affluenza, secondo l’ultima rilevazione delle 12, è positivo: in netto aumento rispetto alle scorse elezioni.

ore 18:05 Sui social aumenta la polemica sulla candidata calabrese del centrodestra Jole Santelli che sarebbe residente a Roma e per questo non ha votato in Calabria, la regione in cui corre per la presidenza.

ore 17:20 Su Twitter sia il profilo ufficiale di YouTrend che Lorenzo Pregliasco raccomandano di non considerare presunti exit poll che starebbero girando in rete e su Whatsapp in quanto falsi.

ore 16:50 'Con la Lega in regione difendiamo l’identità e la bontà dell’Emilia Romagna. Oggi dalle 7 alle 23 finalmente anche l’Emilia-Romagna può cambiare', dice Salvini in un video pubblicato su Twitter, ringraziando tutti gli utenti che stanno utilizzando l’hashtag #oggivotoLega.

ore 16:12 Il ministro Roberto Gualtieri sarà il candidato unitario del centrosinistra alle suppletive del collegio Roma 1 della Camera, in programma il primo marzo.

A sostenere Gualtieri l’intera coalizione di centrosinistra: Pd, Italia viva, Si, Psi, Art. 1.

ore 15:47 Il candidato Stefano Bonaccini ha pubblicato un’immagine con la scritta: 'Oggi vinciamo noi, oggi vince l’Emilia Romagna'.

ore 15:20 Dopo che per tutta la mattina è stato virale l’hashtag #oggivotolega, in questo momento è stato superato su Twitter dalla risposta anti-sovranista: #iltuocuorenonbatteadestra.

ore 14:50 'Se hai scelto di partecipare non voterai più da solo', hanno twittato le sardine.

Molto considerano il voto in Emilia Romagna un test anche per il movimento.

ore 14:20 Lucia Borgonzoni all’uscita dal seggio in cui ha votato si è fermata a rispondere ad alcune domande dei giornalisti rinnovando l’invito al voto. Non è mancata una frecciatina agli avversari: «Ieri qualcuno si è impegnato a violare qualsiasi regola di pubblicità sui social e sui giornali online. Stasera però vedremo, è la resa dei conti». In realtà anche dai profili della Lega non sono mancati post durante la giornata di ieri, 25 gennaio, sulle elezioni regionali, nonostante il silenzio elettorale che ricordiamo però non vale per i social.

ore 13:56 Lucia Borgonzoni, candidata per il centro-destra in Emilia-Romagna, vota in un seggio di Bologna.

ore 13:20 Affluenza definitiva al 10,48%, alle 12:00, per le elezioni regionali in Calabria. Nella precedente consultazione, alla stessa ora, era stata dell'8,85%. Lo rileva il Viminale

ore 12:58 Affluenza definitiva al 23,44%, alle 12:00, per le elezioni regionali in Emilia Romagna. Nella precedente consultazione regionale, alla stessa ora, era stata del 10,77%.

ore 12:55 'E' segno di democrazia, fa sempre piacere. Era un po' di tempo che non facevo la fila per poter votare, non so i dati ma mi sembra buono'. Lo dice l'ex premier Romano Prodi, uscendo dal seggio elettorale nel liceo Galvani di Bologna, dove ha votato insieme alla moglie Flavia. Alla domanda dei cronisti se sull'attuale dato sull'affluenza abbia inciso l'attività delle Sardine, Prodi ha alzato le spalle senza rispondere.

ore 12:33 Stefano Aiello, candidato alla presidenza della regione Calabria, vota in un seggio di Settimo di Montalto Uffugo.

ore 12:20 Affluenza superiore al 10%, alle 12:00, per le elezioni regionali in Calabria quando sono giunti i dati di 269 Comuni su 404. Nella precedente consultazione, alla stessa ora, era stata dell'8,46%.

ore 12:20 Affluenza superiore al 23% alle 12:00, per le elezioni regionali in Emilia Romagna quando sono giunti i dati di 145 Comuni su 328. Nella precedente consultazione regionale, alla stessa ora, era stata del 10,88%.

ore 11:50 Stefano Bonaccini, candidato per il centro-sinistra in Emilia Romagna, vota in un seggio di Campogalliano, comune di 8mila abitanti della provincia di Modena.

ore 11:22 Pippo Callipo, candidato per il centro-sinistra in Calabria, ha votato in un seggio di Pizzo Calabro.

ore 10:47 Su Twitter interviene anche il leader di Forza Italia Silvio Berlusconi: 'Sono passati 26 anni dal giorno in cui nel 1994 ho chiesto ai miei concittadini di scendere in campo con me in un momento drammatico della storia del nostro Paese. Abbiamo fatto molto, tanto resta da fare. 26 anni dopo, #ForzaItalia è ancora più necessaria di allora'.

ore 09:00 «Buona domenica, oggi conto su di te!', questo il post pubblicato su Facebook dalla candidata di centro-destra Lucia Borgonzoni. Stefano Bonaccini, sostenuto dal Pd, invece, al momento sembra voler rispettare (anche sui social) il silenzio elettorale.

ore 08:10 Matteo Salvini twitta dalle 7 di stamane, dall’apertura delle urne, tra Madonne e inviti al voto.

ore 07:00 Urne aperte da stamane alle 7:00 e fino 23:00 in Emilia Romagna e in Calabria, per eleggere il presidente della Giunta regionale e i componenti dell’Assemblea legislativa.

Lo scrutinio avrà inizio a partire dalle 23.00, appena terminate le operazioni di voto e l’accertamento del numero dei votanti, e proseguirà per tutta la notte. A votare saranno 5 milioni e mezzo di persone: più di 3,5 milioni di cittadini in Emilia Romagna e 1,8 milioni in Calabria.

Il voto in Emilia RomagnaTra Bonaccini e Borgonzoni battaglia all’ultimo voto (disgiunto)

Fine dei giochi. La partita delle regionali in Emilia-Romagna, regione rossa in bilico sotto l'assedio della Lega di Matteo Salvini, si gioca oggi al fotofinish. Il duello tra il candidato Pd Stefano Bonaccini e la sfidante leghista Lucia Borgonzoni, sempre appaiati in uno sfinente testa a testa, fa tremare il governo e la sinistra. Si moltiplicano nel sottobosco delle chat, tra Sardine e sostenitori di Bonaccini, i messaggi che spingono per il voto disgiunto, da pescare soprattutto nell'elettorato grillino.

Il voto in Emilia Calabria Callipo-Santelli, una sfida per due. 5S fuori dai giochi

Conto alla rovescia in Calabria. A partire dalle 7:00 del mattino, quasi 1,9 milioni di elettori saranno chiamati a scegliere il nuovo governo regionale. Sempre che vadano a votare. Cinque anni fa, solo il 44% dei votanti si è presentato ai seggi e adesso il timore è che l’astensione cresca ancora. Sulla carta, la sfida per la carica di governatore è a quattro fra il centrodestra guidato da Jole Santelli, il centrosinistra che ha scelto di compattarsi dietro l’imprenditore Pippo Callipo, i Cinque Stelle che propongono Francesco Aiello e gli indipendenti di Carlo Tansi. Per il Consiglio invece, battagliano in 300, di cui solo 62 sono donne.

Segui la pagina Politica
Segui
Segui la pagina Elezioni Politiche
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!