“Io sono concentrato sul Veneto e ho un impegno con i veneti”. Così Luca Zaia ha chiarito la sua posizione Politica attraverso un’intervista rilasciata all’Adnkronos. Il governatore del Veneto ha inoltre precisato di non nutrire ambizioni di scalata all’interno del partito e di avere con Matteo Salvini “rapporti ottimi”.

Luca Zaia: ‘Resto fermo in Veneto’

Il governatore del Veneto in una lunga intervista rilasciata all’Adnkronos ha respinto tutte le voci riguardo a possibili sue ambizioni verso un incarico di governo. Zaia ha affermato di essere concentrato sulla situazione del Veneto esprimendo un forte apprezzamento verso i veneti che hanno dimostrato a suo dire "una resilienza unica”.

Il governatore ha affermato, pertanto, che si fida dei veneti, e che con le riaperture la responsabilità è passata dagli ospedali a tutti i cittadini. Sarà quindi necessario mantenere un livello di guardia elevato, poiché "il virus c’è ancora”. Zaia ha inoltre sottolineato che il Veneto è una delle realtà più importanti del paese per il turismo (70 milioni di presenze e 18 miliardi di fatturato), il sistema è già pronto a ripartire e a fare meglio di prima: “Le spiagge da me sono già aperte”.

Nord contro il Sud e Sud contro il Nord, Zaia: ‘Deve finire questa storia’

Il governatore del Veneto ha poi fatto il punto della situazione anche sulla questione dell’autonomia affermando che un paese autonomo deve mirare allo sviluppo di tutte le comunità.

Poiché, nel modello autonomista, rientrano proprio gli aspetti principali di solidarietà e sussidiarietà nazionale. Infine, Zaia, ribadendo che le regole relative alle misure di lockdown sono definite dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms), ha affermato che le misure restrittive attuate in modo anticipato al Sud hanno messo in sicurezza quelle comunità.

Governo, Zaia: ‘Non voglio fare polemiche’

Zaia ha proseguito col proprio pensiero spiegando che l’autonomia rappresenta "un’assunzione di responsabilità”. Mentre il governo vede la questione come una potenziale sottrazione di potere. Tra l'altro il governatore del Veneto ha assicurato di avere ottimi rapporti con il numero uno della Lombardia Attilio Fontana.

Situazione diversa invece per quanto riguarda il feeling con il premier Giuseppe Conte: “Non lo sento forse da un mese”. In conclusione Luca Zaia ha espresso anche la sua opinione sull’App Immuni, soprattutto in riferimento alla questione privacy e all’utilizzo dei dati: “Il governo doveva tranquillizzare”. Proprio in merito al tracciamento degli spostamenti mediante l’App Immuni, molti cittadini hanno espresso, nei giorni passati, i loro timori soprattutto sulla questione della privacy. Difficile insomma che il progetto possa decollare.

Segui la pagina Politica
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!