Bruno Vespa, nel suo consueto editoriale su quotidiano.net, ha parlato del momento politico attuale. A caratterizzare i prossimi periodi sarà la grande disponibilità economica messa a disposizione dell'Europa. L'obiettivo potrebbe essere quello di fare investimenti per finanziare la ripresa e il giornalista di lungo corso sottolinea quanto sarà importante non fare passi falsi. Davanti c'è l'opportunità di mettersi alle spalle i momenti di difficoltà e creare prospettive importanti per il futuro. L'occasione è proficua e il conduttore di Porta a Porta ha raccontato di averlo fatto presente anche in maniera diretta al ministro degli Esteri Luigi Di Maio.

Vespa evidenzia la grande disponibilità economica

"Abbiamo - scrive Bruno Vespa - una quantità sterminata di soldi". Ci tiene a sottolineare che da Bruxelles non ci sia solo l'autorizzazione a usare la liquidità a disposizione, ma anche un invito ad usarla. Secondo il giornalista, quello sarà il momento in cui si dovranno mettere la imprese italiane nelle condizioni di effettuare le consegne di grandi opere, anche all'estero, in 30 mesi. L'auspicio, secondo quanto scritto dal giornalista, dovrebbe essere quello di immaginare che il miracolo del ponte di Genova, costruito in poco tempo, possa essere riproposto su più obiettivi. L'obiettivo, a detta di Vespa, dovrebbe essere quello di mettere a disposizione della fascia produttiva del paese strumenti nuovi, anche se provvisori.

Vespa racconta di aver incontrato Di Maio a Ponza

All'orizzonte potrebbe esserci un autunno caratterizzato da situazioni di sabbie mobili economiche per tanti cittadini. Secondo Bruno Vespa, però, potrebbe risultare inappropriato andare ad intervenire con degli aiuti a pioggia, forti della disponibilità.

A suo avviso, occorrerebbe investire nei settori che danno possibilità di aumentare l'occupazione. La stella cometa segnalata dal conduttore di Porta a Porta è un insegnamento biblico: "Meglio insegnare a pescare che regalare sempre pesci". Per l'Italia c'è l'occasione di ripartire. E Vespa racconta di averlo detto fatto presente anche a Luigi Di Maio in un incontro a Ponza.

L'ex direttore del Tg1 ha rivelato di aver detto al ministro di pensare a quanto lui sia giovane e quanto l'occasione che gli si pone davanti rischia di non ripetersi. "Veda di non sprecarla" è il monito dato all'interlocutore che compirà 34 anni a luglio. Bruno Vespa ha, inoltre, segnalato la necessità che in questa fase l'Italia possa trovare uno statista. Uno, per intendersi, che nelle scelte pensa più alle prossime generazioni che non al tornaconto personale per le elezioni.

Segui la pagina Politica
Segui
Segui la pagina M5S
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!