Il mondo delle notizie è complesso e le storie, così come le foto false spesso vengono ampiamente condivise sui social media. Il team editoriale di Blasting News individua ogni settimana le bufale più popolari e le informazioni fuorvianti per aiutarti a distinguere il vero dal falso. Ecco le Fake News più condivise di questa settimana.

Mondo

Il termine "cambiamento climatico" non è stato sostituito da "crisi climatica"

Affermazione falsa: un post condiviso su Twitter sostiene che il termine "cambiamento climatico" è stato sostituito da "crisi climatica" perché non ci sono prove scientifiche che il clima sia effettivamente cambiato negli ultimi decenni. Recita il post: "Sapevate che non possono più chiamarlo "cambiamento climatico"?

Perché il clima non è nemmeno cambiato in peggio negli ultimi due decenni. Così invece scelgono un'affermazione guidata dalla paura come 'crisi climatica', così voi rimanete nella paura e loro rimangono in controllo".

Verità:

  • Contrariamente a quanto sostiene il post , il termine "cambiamento climatico" continua ad essere usato ampiamente dalla comunità scientifica.
  • Come prova dell'attuale consenso scientifico sul cambiamento climatico, uno studio pubblicato il 19 ottobre 2021 sulla rivista Environmental Research Letters, analizzando quasi 90 mila articoli sull'argomento, mostra che oltre il 99,9% degli articoli considera che il cambiamento climatico è un fatto ed è causato principalmente dall'uomo.
  • Le analisi scientifiche pubblicate negli ultimi anni da istituzioni come la World Meteorological Organization (WMO), la National Oceanic and Atmospheric Administration (NOAA) e l'Intergovernmental Panel on Climate Change (IPCC) dimostrano che ognuno degli ultimi quattro decenni è stato il più caldo mai registrato, che la temperatura degli oceani è in costante aumento e che lo scioglimento delle calotte polari, così come l'aumento del livello del mare, hanno accelerato il loro corso negli ultimi anni.

USA

la "carovana di migranti" da Tapachula non è pari alla popolazione di Minneapolis

Affermazione falsa: gli utenti di Twitter hanno condiviso un post della rappresentante degli Stati Uniti Mary Miller - repubblicana dell'Illinois - che sostiene che centinaia di migliaia di migranti si stanno preparando ad attraversare il confine tra Messico e Stati Uniti.

"La carovana Biden-Harris è grande quanto la popolazione di Minneapolis ed entrerà nel nostro paese senza alcun controllo, nessun accertamento di precedenti penali, nessun test COVID e nessun obbligo di vaccino", ha twittato la deputata repubblicana.

Verità:

  • Secondo il censimento degli Stati Uniti, la popolazione attuale della città di Minneapolis è di circa 430.000 persone.
  • I rapporti della stampa che coprono il viaggio, che è iniziato nella città di Tapachula, vicino al confine tra Messico e Guatemala, stimano che sono tra i 2.000 e 4.000 i migranti che stanno prendendo parte al viaggio, tra cui fino a 1.000 bambini.

Italia

Non c'è nessun mandato d'arresto contro Papa Francesco

Affermazione falsa: Gli utenti di Facebook in Italia hanno condiviso una presunta notizia che afferma che un tribunale internazionale ha emesso un mandato d'arresto contro Papa Francesco per crimini contro l'umanità.

Verità:

  • L'informazione condivisa sui social media è stata originariamente pubblicata sul sito web Murder by Decree il 1 novembre 2021. Secondo il sito web, il presunto mandato d'arresto è stato emesso dalla Corte Internazionale di Giustizia di Diritto Comune (ICLCJ). L'ICLCJ, che è collegata al Tribunale Internazionale dei Crimini della Chiesa e dello Stato (ITCCS), e non ha alcun valore legale.
  • Secondo il consiglio regionale della Chiesa Unita del Canada, sia l'ICLCJ che l'ITCCS sono stati creati da Kevin Annett, un ex pastore che è stato rimosso dal suo ministero nel 1997 per aver diffuso teorie cospirative. Murder by Decree, a sua volta, è collegato ad entrambe le organizzazioni.

Brasile

La vaccinazione Covid non ha portato ad un aumento del numero di infarti in Israele

Affermazione falsa: gli utenti dei social media in Brasile hanno condiviso stralci di un video in cui due persone sostengono che le autorità israeliane hanno recentemente iniziato a utilizzare una serie di motociclette dotate di defibrillatori per salvare un numero crescente di persone che subiscono attacchi di cuore dopo aver fatto il vaccino COVID-19.

Verità:

  • In una dichiarazione all'agenzia brasiliana di fact-checking Aos Fatos, il Ministero della Salute di Israele ha dichiarato che le informazioni condivise nel video sono false.
  • Contrariamente a quanto affermato nel video, le moto e i defibrillatori citati sono utilizzati dal Magen David Adom, il servizio nazionale israeliano di emergenza medica e disastri, da molto prima dell'inizio del lancio del vaccino COVID-19 nel paese.
  • Il Ministero della Salute di Israele ha anche informato che non c'è stato un aumento del numero di casi di infarto tra i giovani dopo che il paese ha iniziato la campagna vaccinale contro il COVID-19.

Corea del Sud

Non è vero che un robot sia stato progettato per somministrare vaccini con la forza

Affermazione falsa: gli utenti dei social media in Corea del Sud hanno condiviso un video insieme all'affermazione che la clip mostra un robot progettato per somministrare forzatamente i vaccini agli umani.

"Robot di richiamo. Se rifiuti il vaccino ti sparerà immediatamente. Eserciti di robot si sono diffusi negli Stati Uniti e nel mondo", si legge nella didascalia di alcuni post.

Verità:

  • Una ricerca inversa dell'immagine mostra che il video che sembra mostrare un robot che inietta un vaccino in una persona nella sua abitazione è stato originariamente pubblicato sulla piattaforma di social media cinese QQ il 30 maggio 2021.
  • Il post è stato creato da un utente di nome Lin Gao-qing, che si descrive sul social media come "uno sconosciuto blogger di effetti speciali".
  • Nel suo account, Lin Gao-qing ha pubblicato altri video con immagini di robot generati al computer.

Spagna/America Latina

L'immagine di una scatola di vaccino AstraZeneca datata luglio 2018 è stata falsificata

Affermazione falsa: gli utenti dei social media in Spagna e America Latina hanno condiviso un'immagine che mostra presumibilmente una scatola del vaccino COVID-19 prodotto da AstraZeneca con data di produzione "2018.07.05" stampata sul lato.

Secondo i post, l'immagine è una prova che la pandemia è stata pianificata.

Verità:

  • Una ricerca inversa delle immagini mostra che l'immagine è stata originariamente condivisa su Twitter nel novembre 2020, nei post che annunciavano che il vaccino di AstraZeneca era pronto. La foto, tuttavia, non presenta alcuna data di produzione stampata sulla scatola. L'immagine che ora sta circolando sui social media è stata ritoccata per includere la data.
  • Il vaccino Oxford/AstraZeneca ha ricevuto la prima approvazione dall'agenzia britannica Medicines and Healthcare Regulatory Agency (MHRA) nel dicembre 2020.