La capitale è stretta nella morsa della disastrosa questione delle strade dissestate, tra buche e voragini, nonostante un mese fa il commissario straordinario Tronca aveva approvato il “Regolamento scavi stradali”: cantieri per le infrastrutture (reti telefoniche, idriche, elettriche, e simili) e manutenzione della rete viaria; ma al momento rimane tutto bloccato a causa dello scandalo di mafia Capitale.

Il Codacons non fa sconti

Nell’attesa di soluzioni concrete, il Codacons bastona ulteriormente Roma: nei primi quattro mesi dell’anno emerge, dalla mappatura delle buche sulle strade, che nell'82% del manto stradale è presente una buca e nel restante ve ne sono più di due.

L'asfalto per i cittadini è un campo minato, pericoloso per gli automobilisti, ciclisti e pedoni e inoltre rallenta notevolmente la viabilità; infatti si notano moltissime interruzioni e transennamenti in particolare in alcune zone di Roma, come la situazione del XV Municipio.

Aumento degli incidenti stradali

Sono sempre di più le segnalazioni da parte degli utenti della strada in merito a incidenti causati dal dissesto del manto stradale e a farne le spese sono in particolare i ciclisti. Numerosi sono gli interventi della Polizia Municipale, che il più delle volte si trova ferma con la macchina di pattuglia a presidiare l'ennesima voragine che si è aperta in seguito ad un temporale. I cittadini esasperati hanno persino creato siti e blog per mappare le buche al fine di cercare di evitarle.

I migliori video del giorno

In caso di sinistro stradale a pagare, secondo le nuove norme del codice della strada, sarebbe lo stesso Comune di Roma. Inoltre i lavori che si effettuano durante gli interventi sono per l'ottanta percento fatti male, infatti le buche si riaprono poco dopo oppure il manto stradale sprofonda di nuovo. Per riportare il manto stradale della città a uno stato accettabile, usando materiali buoni, avvalendosi di ditte che svolgano un lavoro di qualità, occorrono circa 250 milioni di euro, oltre a procedure chiare e ufficiali per quanto riguarda gli appalti pubblici.

 

  #Cronaca Roma