Un commerciante abusivo, di origine senegalese, è deceduto oggi pomeriggio a Roma, in Lungotevere de' Cenci, dopo un blitz organizzato dalla Polizia Municipale di Roma Capitale nell'ambito della lotta intrapresa dall'amministrazione comunale contro tutte le forme di abusivismo. Il commerciante, 53 anni di età, secondo quanto riporta il sito online de il Messaggero, era già noto alle forze dell'ordine per piccoli precedenti. Il corpo, senza vita, è stato ritrovato dalla Polizia Municipale in via Beatrice Cenci. Il senegalese sarebbe deceduto, secondo quanto riferiscono testimoni, a seguito di un infarto occorso durante la fuga seguita al blitz della Polizia Municipale.

In seguito alla scoperta del decesso, alcuni ambulanti #abusivi, connazionali della vittima, hanno inscenato una rivolta, subito sedata dagli agenti della Municipale presenti in loco, ma che ha creato qualche disagio al normale andamento del traffico cittadino in quel settore.

Le dichiarazioni delle autorità municipali e dei connazionali

Il Vice Comandante della Polizia Municipale Antonio di Maggio, intervistato dal Messaggero, in merito al decesso dell' uomo senegalese ha tenuto a precisare che era stato tassativamente ordinato agli agenti che hanno preso parte all'operazione di non effettuare inseguimenti. Comunque, secondo i connazionali, l'uomo che si chiamerebbe Nian Maguette, non sarebbe morto a seguito di un attacco cardiaco, ma a causa del fatto che avrebbe battuto la testa dopo essere stato urtato da un ciclomotore, guidato da agenti in borghese.

I migliori video del giorno

Avrebbero anche indicato ai giornalisti e agli inquirenti giunti sul posto una macchia sul marciapiede, affermando che sia il sangue della vittima. Il Vice Comandante di Maggio, nel ribadire che era stato ordinato di non fare inseguimenti, conferma che si è proceduto a sequestrare solamente la merce esposta.

Sulla questione è intervenuto direttamente anche il Comando generale della Polizia Municipale di Roma Capitale dichiarando espressamente che "non esiste coinvolgimento" tra i due eventi, cioè il blitz anti abusivismo e la morte del cittadino senegalese. Il Comando ha anche espresso solidarietà e vicinanza alla famiglia della vittima. Ha comunque tenuto a ribadire i tempi dei due fatti, che risultano decisivi. Infatti l'operazione anti abusivi è scattata alle 11 di questa mattina, mentre il cadavere è stato rinvenuto nel primo pomeriggio e l'ambulanza è stata chiamata intorno alle 14. Il Vice Comandante di Maggio ha già predisposto che una relazione di servizio sia inviata alla Procura della Repubblica per essere messa a disposizione degli inquirenti. Intanto, per accertare le vere cause della morte, sul corpo del senegalese, padre di due figli e da 20 anni in Italia, sarà effettuata l'autopsia di rito. #Centro storico #Cronaca Roma