Nemmeno il tempo di archiviare le polemiche - e le battute - su Spelacchio, per molti l'albero di Natale più brutto della storia di Roma (e non solo) che già una nuova opera torna a far discutere romani e turisti. Proprio nel centro di Piazza Venezia, dinanzi al maestoso Altare della Patria (nello stesso punto dove, qualche mese fa, campeggiava il compianto Spelacchio), ha fatto la sua apparizione un'opera floreale dalla forma di Lupa Capitolina.

Realizzata dagli uomini della Servizio Giardini del Comune di Roma è stata presentata, con giubilo ed enfasi, dall'assessore all'ambiente Pinuccia Montanari che ha sottolineato la straordinaria forza evocativa della Lupa Capitolina, simbolo della grandezza e dell'eccellenza del Campidoglio; la lupa è stata creata con impegno e cura dei particolari (ci sono anche i mitici Romolo e Remo accucciati...) utilizzando piante di ligustro (pianta arbustiva della famiglia delle Oleacee).

Pubblicità
Pubblicità

La siepe è stata poi circondata da un suggestivo tappeto di fiori di kalanchoe (o calancole) di color giallo e rosso che, quando a breve fioriranno, renderanno ancora più particolare e bella l’installazione. "Una creazione spettacolare", continua l'assessore all'ambiente, "tutta da fotografare".

L'opera, ci tengono a precisare in Campidoglio, è stata voluta fortemente dalla commissione Ambiente e dall'assessorato alla Sostenibilità ambientale, che da sempre si impegnano al massimo per valorizzare il territorio di Roma.

Pubblicità

Il tweet del Consigliere M5S

Orgoglioso della nuova opera anche il consigliere del Movimento Cinque Stelle, Daniele Diaco che, in un tweet, ha definito la nuova installazione di Piazza Venezia un grande e bellissimo omaggio dell'amministrazione capitolina a Roma ed alla sua grandezza. Poi dopo aver elogiato l'ottimo lavoro svolto con maestria dalla squadra romana del servizio Giardini ha azzardato un richiamo ad Euroflora (evento in programma a Genova fino al 6 maggio).

Lupa o orsa? Questo è il dilemma

Nonostante la presentazione entusiasta dell'amministrazione del Comune di Roma Capitale, la nuova siepe a forma di Lupa Capitolina di Piazza Venezia ha lasciato perplesso non poco i romani. L'installazione, non sembra piacere a tutti e, sul web, già spopolano i commenti sarcastici. Secondo molti, il profilo definito dai giardinieri ricorderebbe più che una lupa, un'orsa. E, infatti, è già stata ribattezzata Orsalupa.

E già ci si chiede se farà la fine del povero Spelacchio.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto