Allarme topi nella città di Milano: sono 5 milioni i roditori che vivono e si proliferano nel sottosuolo, con grave pericolo per i cittadini quando decidono di emergere nelle strade. Ad annunciare la poco lieta notizia è stato l'ufficio derattizzazione della metropoli meneghina, creando un allarme che l'Aidaa, l'associazione italiana che si batte in difesa degli animali e dell'ambiente, intende tamponare con una proposta al Comune: ripopolare la città di gatti.

Pubblicità
Pubblicità

Numerose le zone della città in cui sono stati avvistati i roditori, da soli o in compagnia di vere e proprie colonie: la mappa segna bollino rosso alla stazione ferroviaria di Milano Porta Garibaldi, a Piazza Firenze e Piazza Prealpi, nelle vie Montefeltro e Malaga, nei pressi del sottopasso di via Cassala.

Pare che i topi escano dal sottosuolo soprattutto di sera, quando pressante è la ricerca di cibo con cui sfamarsi. La presenza di topi è sinonimo di degrado ambientale, ma la loro fuoriuscita dal sottosuolo, oltre che per la ricerca di cibo, è spesso imputabile allo spavento per i lavori in corso in molti cantieri.

Da qui, il duplice consiglio dell'Aidaa: ai cittadini di "non abbandonare in giro resti di cibo" ed alle istituzioni di "ripopolare la città di gatti". L'associazione si è detta infine non molto favorevole alle derattizzazioni, in quanto spesso "portano più danni che benefici".

Leggi tutto