Una sperimentazione, tutta italiana, ha dimostrato l'efficacia del vaccino in pillole, per curare l'allergia al nichel. La somministrazione del vaccino è stata effettuata sui 100 volontari con conclamata allergia al nichel; in modo graduale ha dimostrato la sua efficacia nel far abituare il corpo a sopportare la presenza di questo minerale e mitigare, o far scomparire del tutto, le reazioni allergiche.

Negli ultimi anni, si è riscontrato un notevole aumento di casi di allergia o intolleranza al nichel, un metallo presente in alcuni oggetti da indossare o come solfato contenuto in moltissimi alimenti.

Il nichel e' un oligo elemento utile per metabolizzare gli acidi nucleici, gli ormoni e il glucosio nell'organismo umano. In natura si trova in tantissimi alimenti come: lenticchie, fagioli, piselli, asparagi, soia, cipolle, pomodori, tè, cacao, pere, cavoli, funghi, nocciole, liquirizia, kiwi, ostriche e cibi in scatola.

Mentre come metallo, lo si può trovare in: oggetti di uso comune (bigiotteria, accessori per vestiti), pentole, forbici, tinture per capelli e cosmetici.

L'allergia al nichel si differenzia dalle altre allergie, perché questo materiale possiede la capacità di accumularsi, giorno dopo giorno, nell'organismo umano, fino a fargli raggiungere la soglia limite di sopportazione. In soggetti allergici, la soglia di tolleranza è molto bassa, tanto che al solo contatto si scatena una reazione allergica molto forte.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Salute Corretta Alimentazione

L'intolleranza al nichel produce condizioni molto spiacevoli nell'organismo, anche perché, questa sostanza è presente un po' dovunque, anche nell'acqua del rubinetto, negli alimenti naturali ed industriali come le merendine e in panni di vario genere.

I sintomi che possono farci sospettare che possiamo essere soggetti allergici o intolleranti al nichel sono: dermatite e prurito; afte o infiammazioni boccali e gengivali; gonfiore addominale; malessere generale diffuso; senso di stanchezza e pesantezza; senso di nausea; mal di testa; disturbi gastro-intestinali.

Nella forma allergica si aggiunge anche una crisi respiratoria ed asma.

Per accertare se una persona è davvero allergica al nichel, è sufficiente sottoporsi ad un pach test (un cerotto a rilascio graduato di nichel sulla pelle) che evidenzierà quanto siamo o meno allergici. Per curare questa forma allergica, la soluzione potrebbe arrivare tramite un vaccino in capsule, da assumere in dosi crescenti, dando la possibilità all'organismo di abituarsi a sopportare la presenza di questo minerale nel nostro corpo e mitigare, o in qualche caso, a far scomparire le reazioni allergiche.

Grazie alla sperimentazione, condotta dal Direttore dell'Università Operativa di Allergologia del Policlinico Gemelli di Roma, Domenico Schiavo, e dai docenti dell'Università di Chieti, si è accertata l'efficacia di questo vaccino. I risultati della ricerca, sono stati pubblicati sulla nota rivista americana Annals of Medicine, vedremo quando il tutto entrerà in commercio.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto