Per contrastare l’obesità, alcune sostanze naturali ad azione termogenica (ossia attivatori del metabolismo ossidativo e brucia grassi), possono aiutare a perdere peso, ma bisogna essere oculati nella scelta dei composti.I prodotti che agiscono sul sistema nervoso centrale (Efedrina e Caffeina), a certe dosi, hanno rivelato effetti cardiovascolari avversi, ipertensione e tachicardia, ma anche cefalea, ansia, vomito, allucinazioni, tremori e convulsioni.

Quelli che operano su meccanismi metabolici, ma non hanno azione sul sistema nervoso centrale sono da preferire (p-Sinefrina, estratto di Arancio amaro o Citrus aurantium, Capsaicina, dal Peperoncino, Forskolina, estratto dalla radice di Coleus, Acido clorogenico, dai chicchi di Caffè verde, Epigallocatechina-3-gallato,dal Tè verde), perché non hanno mostrato effetti collaterali significativi; sono, dunque, più sicuri.L’analisi delle sostanze è stata condotta nell’ambito degli studi clinici, dalla School of Pharmacy, Creighton University, Omaha, Nebraska e pubblicata sulla rivista Phytotherapy Research.

Trattamento e prevenzione dell’obesità e del sovrappeso

Una dieta bilanciata nei macro e micronutrienti, associata all’esercizio fisico, è il primo intervento per contrastare i problemi metabolici legati all’obesità e al sovrappeso.La difficoltà sta, dopo un certo periodo, nell’aumentare la compliance del paziente (ossia la capacità di prolungare la sua adesione allo stile di vita corretto).Le sostanze che aumentano la spesa energetica e contrastano la diminuzione della percentuale metabolica, vengono utilizzate per gestire il problema obesità e possono dare una spinta importante al processo di dimagrimento.

Sostanze termogeniche e combinazioni

Negli studi clinici condotti finora, analizzati e pubblicati in Aprile 2016, dai ricercatori della Creighton University di Omaha, i prodotti ad azione termogenica, non stimolanti del sistema nervoso centrale, sono stati associati con successo a varie sostanze, estratte da piante, per migliorare il metabolismo energetico e perdere peso:

con Salacia reticulata, Sesamum indicum, Lagerstroemia speciosa, Cissus quadrangularis, ad azione ipoglicemizzante e anticolesterolo; con Moringa olifera, ad azione anti-infiammatoria; con carotenoidi come Luteina, antossidante e Fucoxantina, antigrasso viscerale; con flavonoidi come Naringina e Esperidina, ad azione antiossidante e depurativa.

Le sostanze termogeniche stimolano, in genere, la secrezione di catecolamine (adrenalina e noradrenalina), coinvolte nella lipolisi (scissione dei grassi).Vanno utilizzate, però, alle dosi consigliatedal produttore, per evitare effetti indesiderati, nell’ambito di un regime dietetico ipocalorico.

Segui la pagina Salute
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!