I droni saranno la salvezza del mondo. Appare eccessiva come affermazione, ma si appresta a diventare realtà in ruanda, primo paese dove la sperimentazione è partita con una mini flotta di 15 unità. Questo servizio semplice quanto vitale consiste nella consegna di sacche di sangue e medicinali di prima necessità nelle zone altrimenti irraggiungibili del Ruanda.

Frutto di diverse collaborazioni

Le sinergie tra Zipline, casa produttrice dei droni, UPS, gigante mondiale delle spedizioni con forti interessi in questo campo, e gli specialisti di vaccini della Gavi Alliance, hanno portato a questo risultato di grande rilievo per il prossimo futuro sia del trasporto mediante droni civili, ma sopratutto per portare un po di fiducia nella popolazione martoriata del Ruanda.

Pubblicità
Pubblicità

Il meccanismo sarà semplicissimo, verrà mandato un sms a chi spedisce, ed immediatamente partirà il drone il quale lancerà con la precisione dello spazio del parcheggio di tre macchine, ed una volta atterrato, sarà segnalata l'avvenuta consegna del pacco con conseguente intervento immediato salvavita per le persone che necessitano il sangue e o le medicine.

Come funziona?

I droni viaggeranno con estrema precisione grazie alle mappe avanzatissime di cui dispongono alla Zipline.

Pubblicità

Le mappe sono state migliorate con un investimento di 800000 dollari e danno delle garanzie altissime di precisione nella consegna delle sacche di sangue in qualsiasi angolo remoto del Ruanda. Va detto anche che in Ruanda non ci sono problemi di traffico aereo, perciò non è confrontabile questa applicazione con quelle che verranno dopo nei paesi sviluppati tipo gli Stati Uniti. La domanda di questi servizi salva vita è assolutamente attuale in Ruanda, dove sono all'ordine del giorno traumi, ferite ed emorragie durante il parto, con gravi rischi per la salute.

I costi della singola spedizione si aggirerà dai 15 ai 30 dollari, decisamente inferiore all'utilizzo di una motocicletta normale. Il governo ruandese è entusiasta dei droni che stanno prendendo il volo nei suoi cieli. Le aziende contano di fare buon uso di queste consegne grazie ai loro droni, e contano, dopo avere racimolato 18 milioni di dollari da vari investitori, fra i quali il fondatore di Yahoo Jerry Jang, di avere le conferme sulla bontà di tale progetto e di incominciare l'applicazione su vasta scala.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto